Un gemellaggio che dura nel tempo e che si rinnova di occasione in occasione. E' quello tra i tifosi della società granata di Urbano Cairo, il Torino e i fedelissimi del River Plate, club prestigioso d'Argentina. Uniti nella tragedia, nel ricordo di Superga dove sparì in un sol attimo il Grande Torino lasciando un vuoto nel mondo del calcio e dello sport che ancora oggi si ricorda e si commemora. E i tifosi dei Millonarios lo vorrebbero fare in una maniera che resterebbe nella storia: far vestire la maglia granata ai propri giocatori in accordo con la società e per ottenere ciò hanno aperto una petizione popolare che dovrebbe portare a buon fine l'iniziativa.

"Unides por la Historia": questo il nome della petizione popolare nata tra i tifosi dei Millonarso che vorrebbe rinverdire e rinsaldare il legame tra Torino e River Plate, nato nel 1949 all'indomani dello schianto di Superga e che si protrae nel tempo senza subire l'angheria degli anni. I supporters del club sudamericano vorrebbero che i propri beniamini vestissero i colori granata per ricordare il Grande Torino e riconfermare il gemellaggio tra le due curve. Già nel lontano 1949 a pochi giorni dalla tragedia di Superga i Millonarios giocarono una partita di beneficenza a favore delle famiglie delle vittime. In campo scesero i migliori giocatori del momento come Labvruna, Di Stefano, Carrizo, Pipo Rossi e Loustau. Da allora, non appena vi è l'occasione i due club condividono ricordi e scambi amichevoli.

Le maglie del River Plate colorate di granata in onore del Grande Torino
in foto: Le maglie del River Plate colorate di granata in onore del Grande Torino

Nella primavera del '49 l'aereo stava riportando a casa la squadra granata da Lisbona, dove aveva disputato un incontro amichevole con il Benfica, organizzata per aiutare, con l'incasso, il capitano della squadra lusitana Francisco Ferreira, in difficoltà economiche. Nell'incidente perse la vita l'intera squadra del Torino, vincitrice di cinque scudetti consecutivi dalla stagione 1942-1943 alla stagione 1948-1949 e che costituiva la quasi totalità della Nazionale italiana guidata da Pozzo.