Bomber a freno, segna solo Immobile. Potremmo definirla così questa 9a giornata di Serie A. Si è infatti partiti dalla giornata di sabato quando nel big match, quello dell’anticipo del ‘San Paolo’ fra Napoli e Inter, i due bomber più attesi della serata, Mertens e Icardi, sono rimasti a secco. Per il belga è già la seconda giornata consecutiva, se vogliamo la terza partita, considerando la Champions, che lo vede assente nella casella dei marcatori. Per ‘Maurito’, dopo l’exploit di ‘San Siro’ con la tripletta nel derby contro il Milan, ha dovuto accontentarsi di fare un gioco più di copertura della palla.

Bene Quagliarella che incrementa finalmente il suo score in campionato partecipando alla festa del gol di ‘Marassi’ nel 5-0 rifilato al Crotone. Fra i bomber rimasti a secco troviamo anche Dzeko che contro il Torino non riesce ad andare in rete nonostante una buona prova della Roma vincente 1-0. Sale ancora in classifica Thereau che grazie al rigore realizzato al Benevento con la sua Fiorentina, si porta a quota 6 gol. Nella top 10 entra anche Inglese del Chievo che con la sua doppietta rifilata al Verona nel derby delle 12.30 si porta a 4 gol complessivi. Dybala invece resta ancora a secco contro l’Udinese nonostante i 4 gol segnati dalla Juventus. Immobile in serata ha allungato ulteriormente con la doppietta rifilata al Cagliari.

Resta in testa Immobile.

A valanga Ciro Immobile resta in testa alla classifica marcatori e allunga ulteriormente sugli inseguitori. L’attaccante della Lazio è infatti meritatamente al primo posto grazie alla doppietta rifilata all’Olimpico contro il Cagliari che gli ha consentito di guardare dall’alto verso il basso gente come Dybala, Dzeko, Mertens e Icardi.

Una media gol impressionante per il bomber partenopeo che sembra davvero non fermarsi mai. Sia in campionato che in Europa League il suo nome figura sempre fra i marcatori. E’ favorito sicuramente da un gioco che gli consente di essere servito sempre come terminale offensivo unico dell’attacco biancoceleste ed è bravo a farsi trovare sempre pronto al momento giusto e nel posto giusto come dimostra il secondo rifilato al Cagliari nel posticipo dell’Olimpico.

Dybala dove sei?

I gol di Dybala mancano alla Juventus ma soprattutto allo stesso Paulo. L’attaccante bianconero resta a secco anche nella gara contro l’Udinese. Il gol manca dal derby contro il Torino, parliamo precisamente di un mese fa. Al ‘Friuli’ sono stati tanti ed efficaci gli spunti dell’argentino che ha avuto il merito di dialogare al meglio con Higuain e far salire spesso la squadra, nonostante l’uomo in meno, in fase offensiva. Per lui anche l’amarezza di un gol annullato.

Il gol arriverà, ne siamo certi, ma per il momento la ‘Joya’ deve accontentarsi della seconda posizione ancora a quota 10 gol alle spalle dal capolista solitario Immobile. Al momento della sostituzione con Douglas Costa è sembrato davvero molto scontento di non essere riuscito a realizzare questa rete che magari avrebbe anche contribuito a sbloccarlo mentalmente. Ma Allegri l’ha voluto preservare al meglio per il turno infrasettimanale di mercoledì.

Ancora a secco Dzeko.

Dopo l’exploit di Londra con la doppietta da sogno rifilata al Chelsea di Conte, Edin Dzeko resta ancora una volta a secco in campionato. E’ la seconda giornata in cui il bosniaco resta a secco dopo il ko rimediato all’Olimpico contro il Napoli. Nella gara giocata contro il Torino di Mihajlovic l’attaccante della Roma è stato servito poco dai suoi compagni nonostante una prova di carattere immensa da parte della squadra di Di Francesco che è riuscita a trovare i 3 punti grazie al gol vittoria realizzato da Kolarov direttamente su punizione.

Dzeko nella classifica marcatori resta quindi fermo a quota 7 gol, l’ultima marcatura in Serie A risale al match di ‘San Siro’ vinto 2-0 contro il Milan dove il bosniaco realizzò il gol del momentaneo 1-0 prima del raddoppio di Florenzi nel finale di gara. Un attaccante che comunque siamo certi incrementerà e tanto il suo score.

Mertens e Icardi: numeri invariati.

Non è stata la loro serata, bensì quella dell’equilibrio. Non incrementano il numero dei gol realizzati in Serie A Mertens e Icardi. Lo scugnizzo belga e l’argentino, autentico protagonista dell’ultimo derby di Milano che ha visto la sua Inter trionfare con il punteggio di 3-2 proprio grazie ad una sua tripletta, è rimasto a secco nella notte del ‘San Paolo’ proprio come la punta del Napoli.

I numeri di Mertens e Icardi in Napoli–Inter (SofaScore)in foto: I numeri di Mertens e Icardi in Napoli–Inter (SofaScore)

Poche occasioni per entrambi in una gara che è stata emozionante per certi versi, ma anche scoppiettante dal punto di vista delle occasioni gol che hanno visto più volte i due portieri, Reina e Handanovic, protagonisti di una prova superba che ha permesso alle proprie rispettive squadre di rimanere aggrappate al pareggio. Per Mertens dunque, la seconda gara di campionato a secco dopo quella contro la Roma, senza contare il rigore fallito contro il Manchester City in Champions, che comunque gli regala ancora una posizione buona in classifica marcatori con 7 gol all’attivo contro i 9 di ‘Maurito’ che comunque conserva una buona media.

Quagliarella e Inglese bomber delle ‘piccole’.

A 34 anni si trova a portare sulle spalle il groppone di un attacco che conta molto sui suoi gol, ma ha soprattutto la responsabilità di guidare, da capitano, una squadra di giovani, la Sampdoria, a raggiungere quanto prima la salvezza e sperare poi in qualcosa di meglio.

I numeri di Quagliarella in Sampdoria–Crotone (SofaScore)in foto: I numeri di Quagliarella in Sampdoria–Crotone (SofaScore)

Fabio Quagliarella ha realizzato il gol numero 5 in campionato contro il Crotone sbloccandosi quindi dopo un digiuno che durava dalla gara contro il Torino del 17 settembre scorso.

Continua a fare gol anche Thereau che dopo la doppietta rifilata alla sua ex squadra, l’Udinese, una settimana fa al ‘Franchi’, va in gol anche a Benevento portandosi a quota 6 gol in campionato. Con Callejon e Insigne a secco e con quest’ultimo al momento anche fuori dalla top 10, a scalare posizioni c’ha pensato Roberto Inglese.

L’attaccante del Chievo con la sua doppietta rifilata al Verona nel derby si è portato a 4 gol in Serie A. Un calciatore che sta crescendo sempre più ma che a gennaio quasi sicuramente finirà al Napoli.