Qual è la squadra di Serie A che ha visto la propria rosa rivalutarsi più di tutte in maniera esponenziale nel lasso di tempo compreso tra il 2014 e oggi? La Spal che, grazie alla cavalcata dalla C fino al massimo campionato italiano, ha registrato un incremento pazzesco (2.131%). Quattro anni fa, quando pensare d'incrociare la Juventus era solo un sogno oppure un bellissimo ricordo legato a un calcio di un'altra epoca, il club estense aveva una quotazione di 2.98 milioni di euro mentre oggi è arrivata a quota 66.38. Un dato che l'attesta in 17sima posizione rispetto alle 20 società del torneo ma testimonia la crescita di un team che, anno dopo anno, è riuscito a rinverdire i fasti di un tempo.

  • Chi ha fatto peggio? La maglia nera nella speciale graduatoria pubblicata da Transfermark va al Chievo Verona che, rispetto alla Spal, ha fatto il percorso inverso registrando un rosso del 29.8%. I veneti hanno visto depauperare il proprio parco calciatori di circa 15 milioni rispetto al 2014.
  • A guidare in Italia la Top 5 è la Juventus. Con l'arrivo di Cristiano Ronaldo nell'estate scorsa ha raccolto un +139.5% arrivando a 809.5 milioni di euro. Valore che in Europa la piazza davanti al Bayern Monaco e al Manchester United ma alle spalle delle spagnole (Barcellona, Real Madrid, Atletico Madrid) oppure delle altre inglesi (Manchester City, Liverpool, Chelsea e Tottenham) o dello stesso Paris Saint-Germain. Inter (+132%, 327.8 milioni) e Napoli (+110.6%, 293.55 milioni) completano il podio con Milan, Lazio e Roma subito dietro.
  • Qual è il valore complessivo della Serie A? In aumento del 106.6% (+2.47 miliardi di euro) per una cifra complessiva di 4.78 miliardi che la vede al terzo posto tra i cinque maggiori campionati del ‘vecchio continente'. A svettare è la Premier League (8.36 miliardi), seguita dalla Liga (5.49 miliardi). La Bundesliga tedesca è quarta (4.31 miliardi) mentre alla Ligue 1 non basta il Psg e si attesta a 3.32 miliardi.
L’evoluzione del valore delle rose in Serie A dal 2014 a oggi (fonte Transfermarkt)
in foto: L’evoluzione del valore delle rose in Serie A dal 2014 a oggi (fonte Transfermarkt)