Che sorpresa! A Siviglia il Valencia batte 2-1 il Barcellona e vince la Coppa del Re. Sfuma il ‘doblete' interno per la squadra catalana, a cui non è bastato un gol di Leo Messi. Per il Valencia questa è l'ottava coppa nazionale, è il primo trofeo dell'era Lim. Valverde vede sfumare un altro obiettivo e adesso inizia a traballare, ten Hag e Allegri accendono il telefono e attendono la chiamata del Barcellona.

Barcellona-Valencia 1-2

Il Valencia la partita la prepara benissimo e partendo forte mette le mani sulla coppa. Nel primo tempo i ‘Pipistrelli' segnano prima con Gameiro e poi con Rodrigo Moreno. Marcelino, che ha chiuso il campionato al quarto posto e ha raggiunto le semifinali di Europa League, sa che i suoi nella ripresa devono soffrire e battagliare, cosi è. Il Valencia resiste anche nel finale dopo il gol di Leo Messi, che al 73′ ridà speranze alla sua squadra. L'argentino con una grande magia pochi minuti prima aveva sfiorato un gol favoloso, dribbling, doppio tocco di sinistro volante, poi tiro splendido e pallone sul palo. I campioni di Spagna chiudono la stagione con un ‘solo' trofeo: la Liga. Il Valencia non conquistava un trofeo addirittura dal 2008, anche in quel caso il successo fu ottenuto in Coppa del Re.

Valverde ora rischia la panchina del Barcellona

Valverde un contratto con il Barcellona ce l'ha, ma la sua permanenza non è così scontata. Perché dopo la clamorosa sconfitta incassata contro il Liverpool in Champions League (dopo aver vinto 3-0 al Camp Nou, il Barcellona ne ha presi 4 in casa dei Reds), l'allenatore basco ha iniziato a traballare. Questa sconfitta subita contro il Valencia potrebbe rappresentare la spallata decisiva. Di alternative serie ce ne sono. Innanzitutto il club catalano potrebbe decidere di puntare sul nuovo vate del calcio mondiale Ten Hag, ma occhio a Max Allegri, il tecnico livornese che lascerà la Juventus dopo cinque scudetti consecutivi. Nei prossimi giorni se di consocerà il destino di Valverde.