A questo Napoli manca Milik. I gol di Mertens sono pian piano spariti, complici i tantissimi impegni cui è stato sottoposto il belga che al momento appare stanco e fuori forma. Così per Sarri è il momento di rilanciare l'attaccante polacco iniziando dal turno infrasettimanale in cui il Napoli avrà il dovere di non aumentare ancor più il gap con la Juventus che appare già incolmabile a -6.

Per i partenopei il lento ma inesorabile allontanamento dalla capolista è passato soprattutto per un ridimensionamento in zona gol, segnandone molti meno rispetto alla prima parte di campionato. E con Mertens re indiscusso delle marcature, inceppato, i problemi si sono fatti sentire e i risultati anche.

Adesso, però, c'è una possibilità in più: rilanciare Milik e far riposare il belga sperando recuperi il prima possibile. Anche contro il Milan non c'è stata una prestazione positiva e sono salite a cinque le partite disputate senza gol, compresa quella contro il Chievo dove l'attaccante belga ha fallito un calcio di rigore.

Un'enormità per Mertens che aveva strabiliato tutti l'anno scorso ritagliandosi un ruolo completamente nuovo all'interno dell'attacco del Napoli, un finto nove, una punta atipica capace di infilarsi negli spazi e non dare riferimenti alle difese avversarie. Nello scorso campionato, l'intuizione di Sarri fruttò 34 gol in campionato da parte del giocatore che però adesso appare imballato e fuori forma.

Il Napoli ne ha patite le conseguenze: se nelle prime 10 giornate del girone d'andata aveva segnato la bellezza di 34 reti, oggi la macchina da gol di Sarri si è inceppata e non sembra riuscire a funzionare più come prima. quattro gol nelle ultime 5 partite, con sole due vittorie e tre pareggi hanno allontanato il sogno tricolore. Trasformando uno dei migliori attacchi della Serie A nel terzo, a distanza abissale dalla Juventus e dalla Lazio.