Il Sassuolo batte il Cagliari 3-0 nell'anticipo delle 15 del sabato della 21a giornata di Serie A. La squadra di De Zerbi ritrova dunque quella vittoria interna che le mancava addirittura dal 21 settembre, in occasione della partita contro l'Empoli. Al Mapei Stadium finisce 2-0 grazie alle reti di Locatelli, Babacar e Alessandro Matri. 3 punti pesanti per il Sassuolo che sale momentaneamente a 3 punti dal 6° posto occupato dalla Lazio, intravedendo così dunque la zona Europa. Resta al palo un Cagliari poco incisivo offensivamente, che resta a 7 punti sulla zona retrocessione.

Locatelli apre le danze, partita in salita per il Cagliari

Un gol in apertura e uno in chiusura. Così il Sassuolo mette in discesa il match già nella prima frazione, approfittando di un Cagliari poco brillante e incapace di pungere dalle parti di Consigli. Ad aprire le danze dopo 8′ ci pensa Locatelli abile ad approfittare di una parata non perfetta di Cragno su una conclusione di Berardi. Quest'ultimo entra in tutte le azioni pericolose per i suoi, che si sviluppano soprattutto sull'asse destro. Tanta generosità per i sardi, con Barella che gira a vuoto e paga con un giallo pesante (salterà l'Atalanta) la solita irruenza, ma poca incisività dalla metà campo in su con Pavoletti in giornata no e Joao Pedro troppo lontano dalla porta.

Babacar "strappa" il rigore a Berardi e raddoppia per il Sassuolo

Ecco allora che nel finale arriva il raddoppio: calcio di rigore concesso con il Var per un tocco galeotto di Srna su Djuricic, e perfetta conclusione dagli 11 metri di Babacar (sostituto di Kevin Prince Boateg volato a sorpresa al Barcellona) protagonista di una discussione con Berardi proprio sulla battuta del penalty. Decisiva nell'occasione la posizione di mister De Zerbi intenzionato a privilegiare Babacar per permettergli di ritrovare la via della rete.

Il fallo di Srna su Djuricic costato il rigore al Cagliari
in foto: Il fallo di Srna su Djuricic costato il rigore al Cagliari

Cagliari, i cambi non producono effetti. Matri cala il tris

Maran decide di cambiare in avvio di ripresa, aumentando il peso offensivo del Cagliari. Spazio a Farias al posto di un evanescente Lykogiannis, per un cambio di modulo con il passaggio al 3-4-3. La formazione ospite, dopo due ulteriori chance per gli avversari con Lirola disinnescato da Cragno e con Bourabia che non trova sotto porta la deviazione vincente, sposta il suo baricentro in avanti senza però trovare vere e proprie palle gol. Girandola di cambi con il neoacquisto Birsa al posto di Cigarini (De Zerbi si affida alla fisicità di Boga al posto di Djuricic, e perde per infortunio Babacar e Magnanelli, sostituiti da Matri e Duncan) e Padoin per Srna, senza effetti sul copione della gara. Se i sardi latitano dalla metà campo in su, i padroni di casa collezionano altre palle gol e trovano anche il tris con un'azione confezionata da due neoentrati: cross dalla destra di Duncan per il tap-in vincente di Matri e game over al Mapei Stadium