Sette vite come i gatti. David Trezeguet le spende tutte giocando al calcio e continuando a far gol. E' la sua vita, il suo mestiere, la sua passione. Magari arriva fino a 40 anni perché adesso che ne ha 37 proprio non pensa al ritiro: più che appendere scarpette al chiodo, preferisce i gol all'incrocio dei pali. Con la maglia della Juventus ne ha segnati 171, conquistando anche il titolo di miglior marcatore straniero della storia. In Argentina, al Newell's Old Boys, sta vivendo una seconda giovinezza tanto che il River Plate ha deciso di riportalo in maglia biancorossa a fine campionato: Treze-gol l'aveva indossata dal 2012 al 2013 (37 partite, 17 gol) poi gli avevano detto che era ‘vecchio' e, a causa anche di dissidi con l'ex tecnico Ramon Diaz, lo spedirono in prestito altrove: nell'ultima stagione col Newell's ha disputato 28 incontri e realizzato 8 reti. Adesso il presidente dello storico club sudamericano ha cambiato idea e annunciato: "A giugno torna con noi al River". Non è ma troppo tardi.