Il Paris Saint Germain che era scivolato a Lione perdendo l'imbattibilità stagionale in Ligue1, è tornato al successo, anche di misura, in casa contro il Bordeaux. Merito di un rigore segnato da Edinson Cavani a fine primo tempo ma anche grazie ad una strepitosa parata di Gigi Buffon che ha salvato porta e risultato. Così, il quarantenne ex Juventus si candida ancora una volta ad una maglia da titolare anche per la Champions League oramai alle porte che i francesi si giocheranno contro il Manchester United.

Con la propria squadra in vantaggio ma in difficoltà con il ritorno rabbioso del Bordeaux, Buffon ha deciso di guadagnarsi lo stipendio e la presenza in campo con uno degli interventi che lo hanno fatto conoscere al mondo internazionale del calcio. Esattamente dopo un'ora di gioco, infatti, sul risultato di 1-0 per i parigini ottenuto grazie al gol di Cavani su calcio di rigore, Buffon si è esibito in una parata spettacolare ed efficace.

L'intervento decisivo contro il Bordeaux

Un intervento decisivo che ha spento i sogni del pareggio degli ospiti, rimasti a bocca asciutta. Il tiro di Kamano che sembrava a botta sicura, Buffon è riuscito a deviarlo, malgrado apparisse preso in controtempo. Con un colpo di reni si è allungato e ha annullato quella traiettoria apparentemente perfetto sul secondo palo, spedendo la palla in calcio d'angolo. Un intervento da applausi e da tre punti che hanno rilanciato il Psg in classifica, confermando una leadership sempre più evidente.

Il rinnovo per un'altra stagione

Adesso, per Buffon appare ancora più facile la possibilità di conquistare un prolungamento dell'attuale contratto. L'accordo – sul quale sta lavorando anche il Psg, pronto a continuare il rapporto – prevede un prolungamento tra le parti per un'altra stagione, con Buffon che dovrebbe difendere i pali del PSG fino al giugno del 2020.