Il Napoli scivolato in Europa League potrebbe incontrare sul proprio cammino un vecchio amico: Maurizio Sarri. Il tecnico toscano, ex allenatore azzurro, sta giocandosi la seconda coppa continentale, dove è precipitata la squadra guidata da Ancelotti, terza nel proprio girone Champions a seguito della sconfitta di Anfield contro il Liverpool.

Potrebbe esserci anche un incrocio che al momento nessuno vorrebbe. Tutti sognano una eventuale finale con il Napoli che si confronta con il proprio recente passato e Maurizio Sarri che si ripropone alla guida di uno dei team più blasonati a livello internazionale.

Le magnifiche 4 della Serie A

Intanto, la squadra azzurra si è aggiunta alla comitiva italiana in Europa League: c'è la Lazio, già qualificata per i sedicesimi e c'è l'Inter, con i nerazzurri che hanno subito lo stesso amaro e beffardo destino dei partenopei. E giovedì sera, salvo incredibili tonfi, si aggiungerà anche il Milan di Gattuso, alla ricerca di un po' di luce nella nebbia degli infortuni che ne hanno condizionato risultati e rendimento.

Il derby Inghilterra-Italia in Europa League non sarà dunque legato solamente alla presenza di Sarri in Blues. Stando alle quote che anticipano i sedicesimi di finale, anche in attesa dell'ultimo turno di giovedì sera, le formazioni italiane e inglesi dovrebbero monipolizzare non solo per numero ma soprattutto per qualità lo scenario della Coppa.

Prima Inghilterra, poi Italia

In prima fila ci sono Arsenal e Chelsea, favorite per il successo conclusivo dai bookmakers che sono tallonate da vicino proprio dal Napoli di Ancelotti che ha già dichiarato come l'Europa League rappresenterà il riscatto internazionale della sua squadra dopo aver subito la beffa dell'eliminazione al primo turno di Champions, evento che non accadeva all'allenatore emiliano dal lontano 2000.

Dagli ottavi, incroci pericolosi

Certo, ci saranno altri terzi incomodi, come Zenit, Dinamo Kiev ed Eintrach ma il palcoscenico è tutto italo-inglese. Non dai sedicesimi perché sono tutte teste di serie ma se tutte le formazioni inglesi e italiane approderanno agli ottavi, da quel momento in poi ogni incrocio sarà possibile. Anche vedere Sarri al San Paolo da avversario.