Prestito con obbligo di riscatto fissato a 20 milioni di euro, un escamotage che consentirebbe di dilazionare il peso a bilancio dell'affare. E' con questa formula che il Milan vuole riportare in rossonero Gerard Deulofeu, 24enne ala destra spagnola che in rossonero arrivò nella stagione 2016/2017 e vi sarebbe anche restato se questioni di bilancio non avessero fatto da zavorra ai piani del club e alla volontà dello stesso calciatore.

Operazione mancata a gennaio scorso

Leonardo e Maldini avevano tessuto la trama dei contatti col Watford a gennaio scorso ma allora la capacità di spesa era ridotta per le restrizioni della Uefa e il diritto di riscatto messo sul piatto della società anglo/italiana venne rispedito al mittente. Per il ‘diavolo' fu impossibile forzare la mano, le operazioni chiuse per Piatek e Paquetà avevano di fatto calato il sipario sul mercato.

Deulofeu ideale come esterno d'attacco nel tridente

Le cose, però, cambiano in fretta e il Milan che adesso è in zona Champions (e lotta per non mollare il podio per agganciare la fase a gironi della Coppa) può iniziare a programmare il futuro con attenzione differente e ipotecando quelle pedine che meglio si addicono al modulo 4-3-3: e l'iberico, che andrebbe a potenziare la batteria degli esterni d'attacco, è un profilo giudicato ottimo considerato il rapporto qualità prezzo. Deulofeu è vincolato al Watford fino al 2023, scadenza che rende meno agevole la trattativa ma se alla base c'è la volontà del giocatore allora l'operazione prende un'altra piega.

Sei reti e cinque assist in stagione

Nella stagione in corso, Gerard Deulofeu ha disputato 22 partite con 6 reti (di cui 3 al Cardiff il 22 febbraio scorso) segnate e 5 assist in Premier League. Solo un infortunio al piede lo ha sottratto al tecnico nella prima parte del torneo (ben 7 le partite saltate) avendo disputato la prima gara ufficiale il 6 ottobre scorso (un quarto d'ora contro il Bournemouth).