Chi è il migliore allenatore in panchina? Antonio Conte. A dirlo non è un giocatore a caso ma Andrea Pirlo, uno dei più grandi interpreti del calcio moderno appena ritiratosi dalle scene nazionali e internazionali. Un tributo dedicato al tecnico che ha incrociato in bianconero, un atto di stima assoluta, incondizionata e sincera.

Si tecnici, in carriera Pirlo, il Professore, ne ha avuti moltissimi, diversi di altissima qualità ma l'ex bianconero oggi al Chelsea è il suo preferito. Completo, professionale, preparato e vincente, Conte racchiude il prototipo perfetto dell'allenatore. Un ruolo che forse Andrea Pirlo un domani proverà a fare cimentandosi a insegnare ciò che ha imparato in 20 anni di calcio.

Proprio sugli allenatori si concentra parte dell'intervista rilasciata al giornale "Vanity Fair" dove Andrea Pirlo, dopo aver annunciato il proprio addio al calcio giocato e chiusa l'ultima parentesi americana, si racconta. Tecnici bravi e che gli hanno insegnato tanto ce ne sono stati in carriera, dagli inizi fino alla fine. Tutti a loro modo importanti, ma Antonio Conte è colui che racchiude il meglio in assoluto:

Ne ho avuti di straordinari, da Mazzone che mi cambiò ruolo spostandomi da trequartista a playmaker davanti alla difesa, ad Ancelotti, un altro fratello. Ma Conte li supera tutti. Ho avuto la fortuna di incontrarlo al momento giusto, dopo l'addio al Milan nel 2011

Il ‘pirla' di Hodgson. Il buono è rappresentato da Conte, il brutto da una parentesi non tanto entusiasmante, precedente alla Juventus e al Milan, l'Inter. E proprio sul trascorso nerazzurro, Pirlo ha un ultimo aneddoto da regalare ai posteri, riguardante il tecnico a quel tempo sulla pancgina interista, Roy Hodgson: "L'inglese Hodgson all'Inter mi chiamava ‘Pirla': non lo faceva apposta, era un problema di lingua, non conosceva bene l'italiano".

Squadra ideale. Dai tecnici ai compagni, alla formazione ideale di sempre. Di campioni ne ha conosciuti e incontrati moltissimi, ma Pirlo quando si parla di migliori nei rispettivi ruoli non sembra avere dubbi: "Nella mia squadra ideale prenderei Buffon in porta, Nesta in difesa, Gattuso a centrocampo e il Fenomeno Ronaldo in attacco"