Di Mesut Ozil si parla molto spesso, non sempre per via del suo talento. Perché in questi ultimi mesi il fortissimo giocatore dell’Arsenal è stato tirato in ballo in tante discussioni extra calcio, l’ultima perché ha scelto il presidente turco Erdogan come testimone di nozze. Adesso in Inghilterra c’è chi ha scoperto che Ozil nell’ultimo anno e mezzo in Premier ha giocato solo tre volte contro squadre che sono distanti più di 100 miglia da Londra.

C’è la Ozone

In Inghilterra è stata già ribattezzata la zona Ozil, e cioè la Ozone. Il ‘Sun’ ha preso la briga di analizzare l’ultimo anno e mezzo del tedesco e ha scoperto che l’ex del Real Madrid in questo lasso di tempo solo tre volte ha giocato una partita lontano oltre 100 miglia da Londra. Spesso è stato assente, e ha disputato 36 partite su 58 e partendo dalla prima, quella del 5 novembre 2017 in casa del Manchester City, si è scoperto che in assoluto solo in altre due occasioni ha superato quella che può essere quasi definita la sua ‘confront zone’ e cioè i 100 miglia da Londra. In questa stagione ha giocato a Newcastle e Cardiff. Da settembre in poi non è mai uscito da questo raggio, che in chilometri fa 160. E domenica c’è una sfida chiave per la Champions quella con l’Everton, squadra di Liverpool a ben 212 miglia dalla capitale inglese. E chissà se Ozil ci sarà e sfaterà questo tabù.

Il precedente (del grande) Dennis Bergkamp

Ozil indossa la maglia numero 10 dell’Arsenal, con cui sfiderà il Napoli nei quarti di finale di Europa League. E in passato, che evoca ricordi meravigliosi ai tifosi dei Gunners, quella maglia è stata indossata da Dennis Bergkamp. L’olandese è stato un grande campione, viene ricordato per i suoi gol e i suoi tocchi da favola, ma anche per la sua paura di volare che gli ha impedito spesso di disputare delle partite di coppe con i Gunners.

Foto tratta dal ’Sun’.
in foto: Foto tratta dal ’Sun’.