È il giorno di Gennaro Gattuso. Aurelio De Laurentiis lo ha scelto per prendere il posto di Carlo Ancelotti, esonerato martedì sera con un tweet ufficiale pubblicato alle 23.38 e dopo la vittoria per 4-0 sul Genk che ha regalato la qualificazione agli ottavi di Champions. "Ringhio" non è un traghettatore nel senso letterale del termine perché la sua esperienza in panchina potrebbe andare anche al di là della fine del campionato. Ma dovrà meritare la conferma, beneficiando del rinnovo automatico e di un bonus consistente qualora riesca a far risalire la squadra tra le prime quattro posizioni. Significa ascoltare ancora la musichetta della Coppa, giocando al martedì e al mercoledì. Significa contare i soldi degli introiti, un tesoretto da 40 e passa milioni di euro che finora è stato prezioso nell'economia della crescita graduale del club arrivato tra le prime 20 d'Europa. Significa non ritrovarsi disoccupato a fine maggio.

I termini del contratto tra il Napoli e Gattuso

In buona sostanza sono questi i termini dell'accordo in calce al quale l'ex allenatore e calciatore del Milan (un altro, il secondo consecutivo, ma con un blasone professionale per nulla paragonabile al predecessore) pone la firma fino al 2021 ma con delle condizioni risolutive: sarà formalmente legato al club fino a giugno 2020 con una ulteriore opzione di un altro anno. Una scommessa per se stesso e per il presidente dei partenopei che ha convinto Gattuso a mettersi in gioco.

La clausola bilaterale del possibile addio a giugno

È un ridimensionamento? Lo si capirà tra qualche mese e a giugno si faranno i conti, perché nell'intesa sancita c'è anche questo dettaglio dirimente: al netto delle attenuanti e dei risultati, nella valutazione complessiva conterà molto la capacità del tecnico di cambiare pelle alla squadra, restituirle un'anima e più ancora renderla competitiva anche in campionato. Non sarà una verifica unilaterale ma reciproca: lo stesso allenatore, se non si riterrà soddisfatto della situazione potrà rifare la valigia (quella che è sempre pronta sul letto) e lasciare il Napoli.

Lo stipendio e il maxi bonus per la Champions

Quanto guadagnerà Gattuso? Al neo tecnico verrà corrisposto uno stipendio complessivo di 2.6 milioni di euro (eccezione fatta per il premio Champions) con la possibilità di vedere implementato l'ingaggio nella stagione successiva. Anche questo aspetto sarà più chiaro nelle prossime ore.

Quale sarà lo staff di Rino Gattuso

Quale sarà lo staff che Rino Gattuso porterà con sé? Sarà composto da 7 collaboratori ai quali si aggiungerà iil preparatore dei portieri, Alessandro Nista. Quest'ultimo è l'unico che a lavorato sia sotto la gestione di Maurizio Sarri sia durante il periodo di Carlo Ancelotti.