Il Chelsea di Maurizio Sarri ha sofferto più di quanto previsto ma ha portato a casa la qualificazione alla finale di Europa League battendo l‘Eintracht Francoforte ai calci di rigore per 5-4. Dopo l'1-1 dei tempi regolamentari e degli extra-time, in virtù delle reti di Lotfus-Cheek e Jovic, ai calci di rigore sono stati decisivi gli errori di Hinteregger e Paciencia, le parate di Kepa e la freddezza di Hazard.

Dopo sei anni la squadra londinese ha centrato di nuovo la finale di Europa League e ora dovrà vedersela con l'Arsenal in un derby tutto interno alla "City": i Blues hanno messo in cassaforte il terzo posto lo scorso weekend e ora sfideranno i Gunners in un derby europeo che sa già di storia e si preannuncia davvero emozionante. Dopo la finale di Champions League tutta britannica tra Liverpool e Tottenham anche l'Europa League è territorio di conquista degli inglesi: un vero e proprio dominio e si tratta di un precedente storico, visto che non si era mai verificata una cosa del genere.

Assist di Hazard, goal di Loftus-Cheek: Blues in controllo

Nonostante sia il Chelsea a tenere il pallone è l'Eintracht ad andare vicino al goal con Da Costa, grande risposta di Kepa, ma al 28′ Ruben Loftus-Cheek ha siglato la rete del vantaggio per i Blues con un piattone di destro sul secondo palo che Trapp non è riuscito a togliere dallo specchio della porta. La palla si è infilata in rete nell'angolo più lontano e il centrocampista inglese, che ha sfruttato al meglio l'assist di Hazard, ha siglato la rete numero 4 nella stagione europea, la decima in totale. La squadra di Sarri ha provato a spingere sull'acceleratore ma non è riuscita a trovare il raddoppio con Giroud e Willian.

Jovic non sbaglia e Stamford Bridge trema

All'inizio della ripresa i tedeschi sono più convinti e al 49′ è arrivato il pareggio con Luka Jović: il numero 9 dell'Eintracht ha fatto la sponda per Gaćinović e poi ha raccolto la palla nello spazio del compagno battendo Kepa con la freddezza dei grandi attaccanti. Errore in copertura di David Luiz, che scatta in avanti invece di coprire le spalle al compagno di reparto. Decima rete della punta serba in Europa League. I tedeschi hanno approcciato alla seconda parte di gara in maniera più decisa e hanno creato più di qualche problema alla retroguardia inglese ma Kepa non ha effettuato grossi interventi.

Nella fase finale dei tempi regolamentari Azpilicueta ha rischiato l'espulsione in un paio di occasioni, prima con un terribile intervento punito solo col giallo e poi con un'entrata poco ortodossa e un tocco di mano per cui viene graziato. All'inizio degli extra-time da segnalare un contropiede fallito da Hazard e Higuain e i salvataggi miracolosi di David Luiz e Zappacosta con la palla diretta in rete a Kepa battuto. A pochi minuti dalla fine lo spagnolo ha trovato il goal toccando il braccio di Trapp prima di mettere la palla in rete.

Ai rigori vince il Chelsea: decisivi Hazard e Kepa

Dagli undici metri è decisivo il calcio di rigore di Eden Hazard per portare a Baku il Chelsea. L'errore di Azpilicueta aveva fatto tremare le gambe e i cuori di Stamford Bridge ma Hinteregger, bruttissimo il suo penalty dopo la sontuosa partita, e Paciencia hanno esaltato Kepa e così i Blues volano in finale.