Ottima oprova da parte dei sardi di Maran che crescono alla distanza e nel secondo tempo trovano la via del gol. Una prova importante, malgrado le tante assenze tra i rossoblù. Il primo gol arriva con Joao Pedro, poi Ceppitelli trova il 2-0 che stende i viola. Nel mezzo, una strepitosa punizione da parte di Cigarini che da centrocampo trova il ‘sette': annullato perché il tiro era di seconda e nessuno ha toccato il pallone. Per i gigliati una notte da dimenticare: nel finale, Pioli inserisce tutte le punte a disposizione ma il risultato non cambia malgrado la rete di Chiesa.

Equilibrio in campo

10 punti di differenza in classifica separano il Cagliari dalla Fiorentina ma non per l'anticipo della 29a giornata che si apre all'insegna del massimo equilibrio. Maran opta per il 4-3-1-2 dove Pavoletti e Joao Pedro fanno da perni offensivi, mentre per Pioli, il classico 4-3-3 vede Muriel al centro del tridente coadiuvato da Chiesa e Gerson.

Pavoletti e Mirallas, prove di gol

Il primo acuto della partita arriva da parte del Cagliari poco dopo la mezz'ora. Leonardo Pavoletti raccoglie palla e si invola verso la porta, ma arrivato sul limite lascia partire il tiro che termina però fuori di pochissimo sulla destra. E' lo squillo che sveglia i giocatori in campo. La replica infatti non tarda ad arrivare da parte della Fiorentina: 5 minuti più tardi Mirallas aggancia un cross in area e prende la mira verso il centro ma Alessio Cragno con ottimi riflessi sventa il pericolo.

Ci pensa Joao Pedro, Cagliari avanti

Con le porte inviolate e lo spettacolo che latita Maran e Pioli decidono di non mettere mano alle rispettive formazioni. Una scelta che paga soprattutto il Cagliari che dopo qualche istante passa in vantaggio con Joao Pedro: al 52′, dopo una percussione di Pavoletti che non trova fortuna, l'attaccante rossoblù spezza gli equilibri e porta in vantaggio il Cagliari.

Capolavoro Cigarini, annullato

Una scossa autentica alla partita con la Fiorentina che riceve l'immediato ko qualche momento dopo grazie ad una giocata straordinaria di Cigarini che da metà campo trova la palla del 2-0 al 54′. Una rete che però viene annullata dall'arbitro perché la punizione del centrocampista rossoblù era di seconda e non è stata toccata da nessuno.

Ceppitelli bis

Dopo la paura del 2-0 Pioli prende coraggio e inserisce in campo anche Simeone, per Mirallas, aumentando il tasso offensivo della squadra e alzandone il baricentro. Ne guadagna lo spettacolo con i viola più lunghi e votati ad attaccare e il Cagliari che agisce in contropiede. E passa ancora: al 67′ ci pensa Ceppitelli e questa volta la rete è convalidata.