Nonostante i 23 gol in 23 partite la stagione di Zlatan Ibrahimovic con la maglia dei Los Angeles Galaxy rischia di rivelarsi un flop. La formazione della stella svedese sta vivendo un momento tutt’altro che semplice con una sola vittoria nelle ultime otto partite. Una situazione che mette a repentaglio la partecipazione ai playoff, obiettivo minimo per Ibra e compagni che potrebbero dunque accantonare con ampio anticipo il sogno di vincere il titolo

Ibrahimovic, i tanti gol coi Los Angeles Galaxy potrebbero non bastare

Zlatan Ibrahimovic rischia seriamente la beffa. Il sempreverde bomber svedese sta disputando una stagione super con la maglia dei Los Angeles Galaxy. La fotografia perfetta del suo rendimento sta nei numeri: 23 gol in 23 partite con 4 assist all'attivo. Eppure nonostante la caterva di reti, l'ex di Juventus, Inter e Milan  (secondo nella classifica marcatori alla pari con Martinez, dietro Carlos Vela a quota 27) potrebbe restare all'asciutto visto che la sua squadra in virtù di un rendimento molto negativo nelle ultime giornate è crollata nella classifica della Major League Soccer

Los Angeles Galaxy, playoff lontani in MLS. Ibrahimovic rischia la beffa

Nelle ultime 8 giornate infatti i Los Angeles Galaxy hanno ottenuto una sola vittoria, con 2 pareggi e ben 5 sconfitte. L'ultima è arrivata nella notte in casa dei Colorado Rapids. A nulla è servito il momentaneo pareggio dell'ex Bologna Gonzalez per la formazione californiana che nel finale è stata messa ko 2-1. Serata no anche per Ibra, che per la verità arrivava da 4 partite consecutive in gol, con 3 doppiette di fila e una marcatura nel ko in casa della squadra dei Saunders. Ora la classifica parla chiaro per la formazione del bomber svedese che occupa l'ottavo posto della Western Conferenze, ad una lunghezza da Dallas che sarebbe l'ultima squadra a qualificarsi per i playoff. Vietato sbagliare nelle ultime partite della regular season, per evitare il rischio della mancata partecipazione agli spareggi-promozione per la seconda stagione consecutiva. Un flop per il classe 1981.