Zlatan Ibrahimovic un paio di giorni fa è stato ufficialmente scaricato dal Manchester United, che ha deciso di non rinnovargli il contratto e hanno comunicato ciò alla Football Association. Lo svedese, attualmente infortunato, nonostante i problemi fisici e i trentasei anni che si avvicinano è naturalmente un grande uomo mercato. D’altronde in questa stagione Ibra ha realizzato 28 gol con i Red Devils, con cui ha conquistato tre trofei. Il suo futuro in realtà è ancora nebuloso. Perché Zlatan vorrebbe continuare a giocare con una squadra di primissima fascia e per questo al momento sembra ignorare offerte molto remunerative di squadre che non hanno troppe chance di vincere grandi tornei internazionali.

Lo Zenit San Pietroburgo, che ha recentemente ingaggiato Roberto Mancini, ha alimentato con un post le voci sul futuro di Ibra, che potrebbe essere in Russia. La squadra russa ha iniziato a seguire su Instagram il campione svedese ed aveva addirittura pubblicato sul proprio sito ufficiale un fotomontaggio con Ibrahimovic vestito con la maglia azzurra dello Zenit. Uno scherzo di un buontempone? O una gaffe notevole, che però lascia intendere che Ibra potrebbe dopo quasi dieci anni tornare a lavorare con Roberto Mancini. Quell’immagine è stata rapidamente cancellata ma naturalmente è finita sul web.

Di sicuro a breve non ci sarà alcuna ufficialità. Ibra è da tempo un grande obiettivo dei Los Angeles Galaxy, che lo seguono da anni, ed ha ricevuto un’offerta anche da parte dell’Hertha Berlino. Ma l’ex di Juventus, Milan, Inter e PSG potrebbe però rimanere in Premier League. Il suo procuratore, il potentissimo Mino Raiola, nei giorni scorsi ha detto infatti che Ibrahimovic potrebbe comunque rimanere a giocare nel campionato inglese. Intanto si attende il prossimo capitolo sul futuro di Ibra.