Il trasferimento di Gonzalo Higuain al Chelsea potrebbe essere "maledetto" se l'attaccante prendesse la decisione di indossare la numero 9 dei Blues. L'argentino in queste ore si sta avvicinando sempre più a ritrovare Maurizio Sarri allo Stamford Bridge, dopo aver giocato i suoi migliori campionati di Serie A con l'attuale tecnico del Blues mentre era a Napoli.

Sarri crede fermamente che Higuain possa essere la risposta ai problemi della sua squadra, ma potrebbe aver bisogno di consigliargli di non fare una scelta di prendersi il numero 9 che non ha sempre portato bene a chi lo ha indossato. Higuain è però legato a quella cifra perché l'ha indossata al Napoli, alla Juventus e ora al Milan, e quella maglia è ora libera al Chelsea.

Poche eccezioni, tante delusioni

Al Chelsea sembra vi sia una sorta di maledizione quando si parla del numero 9, da circa 20 anni, con alcune eccezioni (come il nostro Gianluca Vialli o Hasselbaink). I flop, invece, sono stati ripetuti, soprattutto in tempi recenti nell'era Abramovich. Una delusione fu Cascarino nel 1992: solo quattro volte a segno con i Blues con il Chelsea che ha chiuso al 14° posto. Tempi differenti. Altra delusione, Sutton nell'estate del 1999: a segno solo tre volte in 39 partite.

Da Kezman a Morata: tutti i flop

Anche Kezman, arrivato nell'estate del 2004, nonostante la squadra di Jose Mourinho vince il campionato in quella stagione, è stato una delusione con il 9 sulle spalle, così come Fernando Torres pagato 50 ,milioni di sterline al Liverpool  nel gennaio 2011, dimostratosi un autentico flop sotto porta. Anche Falcao ha subito la ‘maledizione': ha giocato solo 12 volte, segnando una volta, e poi è tornato a Monaco. Quindi, ecco Morata: l'ex Real Madrid e Juventus ha avuto i suoi momenti positivi ma sono stati maggiori le delusioni. E anche quando dal numero 9 è passato al 29 poco nulla è cambiato.