Una brutta notizia che scuote tutto l'ambiente interista. Una brutta notizia per il calciatore portoghese, Joao Mario, che nelle ultime ore ha appreso della morte del padre. A raccontare del grave lutto che ha colpito il calciatore è stato il quotidiano portoghese Record: nella giornata di ieri è venuto a mancare il padre del giocatore, Eduardo, deceduto a Luanda (in Angola) all'età di 51 anni. Il fratello di Joao Mario, Wilson Eduardo (tesserato per lo Sporting), s'era già recato in patria per stare accanto al genitore per l'aggravarsi delle condizioni e resterà nel Paese natale anche per la celebrazione delle esequie.

Quali sono state le cause della morte. L'uomo era ricoverato da qualche giorno in una delle cliniche della capitale angolana (la clinica Limassol): il suo stato di salute aveva subito complicazioni a causa di un ictus ed era precipitato in queste ultime ore.

Ai calciatori e ai familiari vanno le nostre più sentite condoglianze per la morte del padre. A lui rivolgiamo tutte le nostre preghiere – si legge nella nota di condoglianze pubblicata dalla società lusitana -. Siamo vicini alla famiglia in questo momento molto difficile.

Joao Mario è arrivato all'Inter nell'estate del 2016, sbarcò in nerazzurro dopo aver conquistato il titolo di Campione d'Europa in Francia con il Portogallo. A Milano non è mai riuscito ad ambientarsi del tutto ed è stato più volte vicino alla cessione. Nella scorsa stagione l'ex Sporting è passato in prestito al West Ham, salvo rientrare alla base e mettersi a disposizione di Spalletti. Sono 17 (tra campionato e Coppa Italia) le presenze accumulate finora dal centrocampista lusitano, una sola la rete segnata (risale al 3 novembre scorso nel 5-0 rifilato al Genoa a San Siro), 3 gli assist (sempre nella stessa gara vinta contro il Grifone).