In un calcio dove il mercato è aperto tutto l'anno e dove lo scouting è sempre più parola primaria, ecco che andare a pescare nuovi prospetti diventa sempre più importante per le big d'Europa. Se prima si lavorava sulle VHS o grazie a intermediari, adesso la comunicazione è molto più smart anche per il passaggio di video o file su questo o quel calciatore. Da Vinicius Júnior, che ha già firmato per il Real Madrid, a Plizzari (nuovo Donnarumma) passando per la nuova stella tedesca Arp fino al francese Gouiri: abbiamo cercato di individuare i 20 migliori talenti nati negli Anni 2000 che si sono messi in evidenza nel corso del 2017.

Facundo Colidio

L'Inter lo ha preso dal Boca Juniors a settembre pagando 7 milioni di euro più 3 di bonus. Colidio si è già messo in mostra con la Primavera di Stefano Vecchi ma ha iniziato ad accrescere la notorietà internazionale in occasione del Sudamericano Under 17 di quest'anno in Cile, quando ha segnato due gol contro il Perù. Fernando Batista, il suo allenatore in nazionale, si è sempre mostrato molto entusiasta dell'attaccante: "È forte, può fare bene anche in Europa. Mi piacerebbe paragonarlo a Gonzalo Higuaín". Colidio era stato visionato anche da Manchester City, Atlético Madrid e Juventus.

Il profilo di Facundo Colidio. (wyscout.com)
in foto: Il profilo di Facundo Colidio. (wyscout.com)

Benjamin Garre

Oscar Garré faceva parte dell'Argentina che ha vinto la Coppa del Mondo in Messico nel 1986 ed è molto orgoglioso di suo nipote. Benjamín ha firmato per il Manchester City l'anno scorso ma è stato oggetto di un'audizione alla corte di arbitrato per lo sport per le accuse del Velez nei confronti del club britannico, secondo cui avrebbe contravvenuto alle regole della Fifa sui minori da fuori UE. Garré ha partecipato alla Youth League, segnando una volta e fornendo tre assist, ed è stato chiamato ad allenarsi con la prima squadra di Pep Guardiola.

Keres Masangu

Il Mechelen ha provato in tutti i modi a convincere Masangu a rimanere, promettendo anche un posto nella squadra della prima squadra, ma il giovane centrocampista aveva già preso una decisione: firmare per la Roma. Il club giallorosso aveva mostrato interesse già in precedenza e ora il nazionale belga fa parte della squadra allenata da Alberto De Rossi. Altre squadre erano interessate a lui (Fiorentina, Stoke City e Standard Liègi) ma ha firmato per tre stagioni con la Roma, che ha pagato al Mechelen 180.000 euro.

Sadiku

Sadiku ha come idolo Paolo Maldini, anche se è troppo giovane per ricordare le gesta del difensore italiano. Il bosniaco è un prospetto davvero importante e tutto ciò che desideri da un moderno difensore di palla. È difficile individuare punti deboli significativi perché sembra essere abbastanza completo: eleganza, calma, gioco aereo, anticipo, senso della posizione e visione di gioco. Ha compiuto la rara impresa di prendere parte a due campionati europei Under 17, gioca già per la squadra Under 19 ed è stato già aggregato con la squadra maggiore del Sarajevo dall'inizio di questa stagione, anche se deve ancora fare il suo debutto in campionato. Compie 18 anni nella finestra di mercato invernale e probabilmente non resterà lì molto più a lungo.

Lincoln

"È diabolico! L'ho visto giocare in una finale vinta 5-0 e ha giocato una grande partita. Ha tutte le capacità per essere il futuro numero 9 del mio Flamengo". L'investitura per Lincoln è arrivata direttamente da Zico, il più calciatore del club brasiliano dove Lincoln sta muovendo i suoi primi passi nel calcio professionistico. Lincoln fa parte della squadra brasiliana vincitrice del Sudamericano Under 17, segnando cinque gol, due in meno di Vinicius Júnior, compagno di squadra che è stato il capocannoniere del torneo.

Il profilo di Lincoln. (transfermarkt.it)
in foto: Il profilo di Lincoln. (transfermarkt.it)

Vinicius Junior

Non aveva mai giocato da professionista, ma a 16 anni è stato venduto al Real Madrid per 45 milioni di euro: si tratta del secondo trasferimento brasiliano più costoso di tutti i tempi, dietro a Neymar. I numeri di Vinicius Júnior sono impressionanti, così come le sue capacità. Dopo essere entrato a far parte del Flamengo all'età di 10 anni, è sempre stato visto come una brillante prospettiva e lo sta dimostrando nella prima squadra. A marzo, prima del suo debutto da professionista, è stato il capocannoniere ed è stato eletto miglior giocatore del Sudamericano Under 17. Si trasferirà nella capitale spagnola dopo il suo 18° compleanno.

Branco Provoste

Un centrocampista d'attacco veloce e molto bravo nell'ultimo passaggio: Provoste ha fatto il suo debutto nel Colo Colo sotto la guida di Pablo Guade a 16 anni e il suo stile può essere paragonato a quello di Isco o James Rodríguez perché è molto a suo agio sulla palla e preferisce giocare dietro gli attaccanti. Provoste è sempre stato in testa alla sua fascia di età: nel 2015 ha giocato il Sudamericano Under 17 all'età di 14 anni e faceva parte della squadra Under 17 qualificata per la Coppa del Mondo 2017. Nel 2015 è stato invitato da Manuel Pellegrini per 10 giorni all'Accademia di Manchester City, dove ha giocato due partite per gli Under 16. Il suo trasferimento in Europa è solo una questione di tempo.

Callum Huddson-Odoi

La scorsa stagione, Hudson-Odoi ha attirato l'attenzione di tutti quando con l'Under 18 del Chelsea ha segnato otto goal in 25 presenze. A 16 anni si era già preso un posto nell'Under 23 del Chelsea, con la Juventus e il Benfica che lo hanno provato ad attirare la sua attenzione.

Yacine Adli

Rispetto ad Adrien Rabiot, Adli è stato votato come miglior giocatore al torneo di Montaigu lo scorso anno, una competizione Under 16 che ha visto brillare anche Gheorghe Hagi, Cristiano Ronaldo e Thomas Müller. Parte integrante della squadra Under 19 del PSG, il centrocampista parigino ha accolto con favore il paragone con uno dei pochi giocatori francesi che fanno parte della prima squadra di uno dei club più ricchi d'Europa. "Se posso fare la stessa carriera, sono felice. Guardo anche altri giocatori e provo a prendere qualcosa anche da Thiago Motta e Marco Verratti". La sua evoluzione è stata seguita da diversi club della Bundesliga, ma il Paris Saint-Germain non ha nessuna intenzione di farselo scippare.

Alessandro Plizzari

Non contento di avere il talento più importante d'Italia tra i pali, il Milan sembra aver già scoperto l'erede di Gianluigi Donnarumma. Separati da soli 11 mesi, i due sono amici intimi del loro tempo insieme nelle giovanili del club e continuano a rimanere in contatto per telefono ora che Plizzari è in prestito alla Ternana in Serie B. Plizzari è abbastanza leggero per volare tra i pali ed è abbastanza veloce di riflessi. Si dice che il Manchester City abbia già fatto un'offerta per gennaio ma è stata rifiutata.

Abel Ruiz

Capocannoniere di tutti i tempi nell'Europeo Under 17 con 16 reti, Abel Ruiz è stato il capitano della squadra spagnola che ha vinto la competizione questa estate, segnando contro Francia, Italia (2) e Turchia. Un vero e proprio goleador che si distingue per i suoi movimenti, il lavoro e il posizionamento. Ama Zlatan Ibrahimovic ed è stato ingaggiato dal Barcellona all'età di 12 anni, con grande dispiacere del Valencia. Ha attratto l'interesse di diversi club della Premier League ma ha firmato un accordo triennale nel 2016 e ha giocato per il Barcellona B nella Seconda Divisione spagnola in questa stagione.

Gustavo Viera

Viera ha fatto il suo debutto con il Liverpool di Montevideo all'età di 16 anni nella prima divisione uruguaiana e poi è diventato il terzo giocatore più giovane ad apparire nella Copa Sudamericana. Un attaccante esplosivo e per le sue caratteristiche è stato paragonato a Luis Suárez, Edinson Cavani e Diego Forlán. Ha attirato l'interesse di Arsenal, Chelsea, Barcellona e Juventus, non nascondendo il suo interesse per la Premier League: "Mi piaceva guardare la Premier League quando ero piccolo, soprattutto per la velocità e la fisicità. Di sicuro voglio arrivare lì un giorno".

Christian Makoun

Un alto e robusto centrocampista difensivo di origine camerunense, Makoun ha fatto parte della nazionale venezuelana battuta dall'Inghilterra nella finale della Coppa del Mondo Under 20 lo scorso agosto. Ha fatto il suo debutto con lo Zamora poco prima del torneo mondiale e ha anche giocato nella Copa Libertadores contro la squadra cilena Deportes Iquique. Da osservare con attenzione.

Jan Carlos Hurtado

L'attaccante venezuelano è un talento intrigante. Le sue dimensioni e la sua forza potrebbero suggerirci che si tratta di una punta alla costante ricerca del goal ma Hurtado non è soltanto questo: è veloce ed è molto bravo nel recupero palla e nel puntare i difensori. Hurtado ha giocato nella Copa Libertadores per il Deportivo Tachira e cercherà di continuare a godere del successo in una fiorente scena del calcio giovanile in Venezuela.

Pedro Neto

Figlio di un ex giocatore di hockey su ghiaccio e nipote di un ex calciatore, l'ala portoghese ha fatto uno dei trasferimenti più sorprendenti dell'estate. Il diciassettenne aveva giocato solo tre partite per il Braga quando la Lazio ha accettato di pagare un potenziale di 17 milioni di euro per lui (7,5 milioni di euro per un prestito di due anni, 4,5 milioni di euro per comprarlo e fino a 5 milioni di euro in bonus) in un accordo che includeva anche il centrocampista diciottenne Bruno Jordão. Neto, che ha segnato nel suo primo incontro con Braga dopo nove minuti sul campo, ha delle somiglianze con il Bernardo Silva del Manchester City, uno dei suoi idoli. Mancino di qualità a cui piace partire dalla destra e muoversi verso il centro del campo sfruttando la sua eccellente tecnica.

David Colina

Dinamico, tatticamente solido in difesa e in attacco, in possesso di un ottimo senso dello spazio e di un tiro micidiale, Colina potrebbe essere il degno successore nel ruolo di terzino sinistro di Robert Jarni. Club come Arsenal e Manchester City sono molto interessati a Colina che ha come idolo Marcelo del Real Madrid ma sogna di giocare in Premier League "perché è lì che il gioco è più veloce e ti aiuta a migliorare".

Jaminton Campaz

Ala agile e difficile da marcare, ha segnato al suo debutto con il Deportivo Tolima a 16 anni. Jaminton ha iniziato la sua carriera come centrocampista difensivo, ma è stato trasformato in ala nelle giovanili del Tolima e da allora ha operato principalmente a sinistra. In possesso di un ottimo tiro e di una buona visione offensiva, si è distinto nel Sudamericano Under 17 segnando tre goal.

Jadon Sancho

In estate, dopo essere stato votato come giocatore dell'Europeo Under 17, ha firmato con il Borussia Dortmund nell'ultimo giorno di mercato ad agosto. Il fatto che gli sia stata immediatamente consegnata la maglia numero 7, liberata da Ousmane Dembélé, era un'indicazione di quanto sia stato importante l'investimento da parte della squadra tedesca. Attaccante funzionale per diversi moduli, si trova a proprio agio su entrambi i lati o come supporto alla prima punta.

https://youtu.be/05JTJ0fDdgs

Amine Gouiri

L'elenco dei calciatori importanti cresciuti nel vivai del Lione è lungo e comprende gente del calibro di Frédéric Kanouté, Ludovic Giuly, Sidney Govou, Karim Benzema, Loïc Rémy, Anthony Martial e Alexandre Lacazette e l'ultimo a farsi notare è Gouiri, le cui gesta all'Europeo Under 17 del 2017 hanno impressionato gli scout nei migliori club d'Europa. L'attaccante francese ha segnato otto goal in quattro partite e Armand Garrido, tecnico del Lione Under 17 ha affermato da sempre che "Amine ha un profilo speciale".

Jann-Fiete Arp

Arp è forse la prospettiva più calda del calcio tedesco e ha ricevuto la medaglia d'oro Fritz-Walter dalla FA come miglior talento Under 17 nel 2017, un riconoscimento vinto anche da Mario Götze, Emre Can e Leon Goretzka. Jann-Fiete Arp ha segnato 26 goal in 21 partite con l'Under 17 dell'Amburgo la scorsa stagione e il suo modello di riferimento è Harry Kane di Tottenham. "Gioca nel modo in cui voglio giocare, ha un piglio e si sente a proprio agio con e senza palla", ha detto Arp, un attaccante alto e forte che si mette sempre nella posizione giusta per trovare la rete. L'Amburgo dovrà lavorare duramente per riuscire a tenere Arp, che interessa ai migliori club d'Europa, incluso il Chelsea.