Il Mondiale si avvicina a grandi passi, ma in SudAmerica si sta anche già pensando alla Coppa America 2019. L’ultima che verrà disputata in un anno dispari. La decisione era nell’aria, ma è stata ufficializzata dalla Conmebol che ha anche ufficializzato i nomi delle squadre partecipanti. In Brasile ci saranno dodici squadre e non sedici, come si era pensato. Oltre alle dieci nazionali sudamericane saranno presenti anche il Giappone e il Qatar.

In un breve comunicato pubblicato sul sito ufficiale della Conmebol è stato dato il benvenuto a Qatar, mentre per il Giappone è un ritorno. La nazionale qatariota sarà padrone di casa nei Mondiali del 2022 e nei prossimi anni dovrà fare molta esperienza a livello internazionale e il battesimo in Coppa America sarà molto importante. Il Giappone invece non è una novità per la Coppa America. La nazionale nipponica c’era già stata nel 1999 e quindi ritornerà dopo vent’anni esatti. Naturalmente Qatar e Giappone si uniscono alle dieci nazionali sudamericane: Brasile (paese organizzatore), Argentina, Cile (vincitrice delle ultime due edizioni), Uruguay, Paraguay, Venezuela, Perù, Bolivia, Ecuador e Colombia.

L’edizione 2019 avrà dodici squadre dunque, non è riuscito a decollare il progetto che ne prevedeva sedici. Gli organizzatori speravano di coinvolgere anche delle squadre europee, un’idea di cui si parla da anni ma che non è mai stata presa in considerazione. Si era parlato anche di Italia, Spagna e Portogallo. Nelle prossime settimane verranno ufficializzati i nomi delle città e degli stadi che saranno teatro della manifestazione, la prima che il Brasile ospita dal 1989. Per la quinta volta il Brasile organizzerà la Coppa America, che Neymar e compagni cercheranno di conquistare a differenza di quanto successo nel Mondiale del 2014, chiuso con un deludente quarto posto.