Dopo aver perso quattro delle ultime cinque partite, la Sampdoria ha pareggiato 3-3 in casa del Parma, un brodino questo per i blucerchiati, che conducevano 3-1. Il punto serve a muovere la classifica, che difficilmente cambierà da qui alla fine, la squadra di Giampaolo chiuderà il campionato al 9° posto. La doppietta di Quagliarella è l'unica nota lieta, perché il bomber ha blindato il titolo dei cannonieri.

Giampaolo verso l'addio alla Sampdoria

Dopo la partita, a sorpresa, parlando ai microfoni di Sky il tecnico della Sampdoria Marco Giampaolo ha detto senza mezze misure che lui andrà via se la società non gli proporrà un progetto di crescita. Perché un'altra stagione come questa non vuole viverla, addirittura definita anonima.

Ho già parlato con la società: un altro anno nell'anonimato, il prossimo, non ci sto a viverlo. In questi tre anni siamo cresciuti, ora ci serve uno step ulteriore o altrimenti non è proponibile che io rimanga qui. Non gioco su due tavoli. Con la società ho già parlato, ho detto quel che penso: abbiamo ceduto tanti giocatori importanti, chi è restato ha lavorato bene, chi ha fatto scouting ha trovato buone alternative. Ma ora dobbiamo crescere, altrimenti cosa resto a fare? Piuttosto, sono disposto anche a stare un anno fermo. Se resto? Vediamo. Ci dobbiamo incontrare e capire se ci sono le condizioni per continuare, altrimenti per il bene… 

Quale sarà il futuro di Giampaolo?

Quindi Marco Giampaolo potrebbe lasciare, nonostante abbia un contratto ancora lungo con la Sampdoria. Il tecnico abruzzese dovesse andare via potrebbe tranquillamente rimanere fermo in attesa di una chiamata, magari da una squadra importante. Ma di sicuro potrebbe riproporsi sin da subito. Giampaolo è stato avvicinato spesso in passato sia al Milan che alla Roma. Da capire ovviamente anche chi potrebbe essere l'eventuale sostituto di Giampaolo. La società del presidente Ferrero molto probabilmente sceglierebbe su un tecnico bravo con i giovani.