Il Milan sta attraversando un ottimo momento, sono lontani i momenti in cui era in discussione Gennaro Gattuso, che adesso è quarto in classifica e in semifinale di Coppa Italia. Domenica sera i rossoneri giocheranno un match chiave contro la Roma, che è in grande difficoltà ma è dietro solo di un punto in classifica. Gattuso nella conferenza stampa della vigilia ha esaltato i nuovi acquisti Piatek e Paquetà e ha annunciato gli imminenti rientri di Biglia e Caldara:

Ora è un Milan più forte di prima. In più i nostri colpi importanti saranno anche i giocatori che stanno rientrando dagli infortuni come Biglia e Caldara. Non li abbiamo mai avuti per 4 mesi ed è come se li avessimo comprati.

Piatek ha soffiato il posto a Cutrone, in parecchi vorrebbero vederli assieme. Gattuso sostiene che il duo di centravanti può essere proposto, ma bisogna prima capire come schierare il centrocampo. Insomma, per ora non se ne parla, ma in futuro il tandem ci potrebbe essere:

Bisogna vedere le caratteristiche dei giocatori. Patrick e Krysztof possono giocare insieme, ma bisogna vedere chi far giocare a centrocampo. Dipende da tanti fattori, non è vero che non mi piace giocare con due punte. Mi dispiace tenere in panchina Cutrone.

Dopo aver parlato dello stato di forma del Milan: "Stiamo bene, ma poi serve anche l'entusiasmo per fare qualcosa di più. I dati di MilanLab ci dicono che la squadra sta bene”, Gattuso ha esaltato Zaniolo, un grande talento che deve continuare a impegnarsi moltissimo:

Tantissima ammirazione per quello che sta facendo. L'ho seguito quando era in Primavera e sta dimostrando di avere grandissime qualità. È una fortuna per il calcio italiano, speriamo non si perda. Deve continuare a lavorare a testa bassa.

Dopo aver vissuto un’annata tribolata con il Chelsea, grazie a Gattuso, Bakayoko è ritornato a giocare su grandi livelli. Il tecnico spera che il francese resti al Milan anche nella prossima stagione, per riscattarlo servono 35 milioni di euro:

In questo momento non si può rinunciare a lui. Deve rimanere al Milan perché sta mostrando grandissime doti tecniche. Può diventare un giocatore importante per questa società. Poi le valutazione economiche non dipendono da me.

Il francese è diventato un giocatore cardine del Milan.
in foto: Il francese è diventato un giocatore cardine del Milan.

Elogi per il brasiliano Paquetà: "Mi ha sorpreso, è una spugna e apprende tutto. A livello tattico è un brasiliano atipico”, e per Piatek: "Quando si gioca in una squadra c'è una organizzazione, ma i suoi movimenti e il suo istinto vanno lasciati liberi. Meno viene canalizzato meglio è, deve giocare con le sue caratteristiche".