Il Milan ha vinto la quinta partita consecutiva e si è confermato così al terzo posto. Piatek decidendo l’incontro con il 19° gol in campionato ha raggiunto nella classifica dei marcatori Cristiano Ronaldo e Quagliarella. Ma la serata non è stata impeccabile per il Milan perché è stato espulso Gennaro Gattuso che adesso rischia di saltare il derby, in programma domenica 17 marzo.

Gattuso espulso in Chievo-Milan

Dopo il gol di Biglia, che aveva dato il vantaggio ai rossoneri, gli animi si sono scaldati. Paquetà subisce un fallo da parte di Doussié, l’entrata del giocatore clivense arriva in netto ritardo. Il brasiliano resta a terra, i calciatori del Milan invitano quelli del Chievo a mettere il pallone fuori, ma non lo fanno. Gattuso protesta e quando il gioco si ferma se la prende con l’arbitro per il giallo e soprattutto ha un battibecco con Meggiorini. Dopo le scintille l’arbitro Pairetto di Nichelino decide di mandare fuori dal campo il tecnico quarantunenne, che ha seguito tutto il resto della partita dalla tribuna stampa.

Gattuso può saltare il derby, decide il giudice sportivo

Alla fine il Milan non ha sentito la mancanza del tecnico al Bentegodi. Gattuso si è fatto sentire dando delle indicazioni ai suoi collaboratori. Ma adesso l’allenatore rossonero rischia di non essere sulla panchina del Milan domenica 17 marzo quando ci sarà il derby con l’Inter, match che ha in palio, oltre al predominio cittadino, punti Champions pesantissimi. Tutto è nelle mani di Pairetto. Il referto dell’arbitro piemontese sarà determinante. La squalifica non è automatica. Gattuso potrebbe avere un turno di stop, ma anche qualcuno in più, sarà così se nel referto Pairetto scriverà che l’allenatore ha usato  espressioni poco eleganti nei confronti degli ufficiali di gara, ma il tecnico se la potrebbe anche cavare solo con un’ammonizione e in questo caso sarebbe a bordo campo a San Siro per Milan-Inter.