Il rigore concesso alla Juventus nel match di Coppa Italia contro il Milan fa ancora discutere. Sull'argomento è intervenuto anche un grande ex rossonero, ovvero Adriano Galliani. L'ex amministratore delegato del club del capoluogo lombardo, attuale braccio destro di Silvio Berlusconi  al Monza, ha preferito non parlare della decisione dell'arbitro Valeri, tornando anche sull'ormai famoso gol di Muntari.

Adriano Galliani e il rigore per la Juve nella sfida con il Milan di Coppa Italia

Adriano Galliani  ha preso parte ad un evento social del suo Monza presso l'ospedale di Desio. Un'occasione per parlare del Milan e di quanto avvenuto nella semifinale d'andata di Coppa Italia contro la Juventus. L'ex Amministratore delegato rossonero è stato stuzzicato sull'episodio del calcio di rigore concesso nel recupero alla squadra di Sarri per il tocco con il braccio di Calabria sulla giocata di Ronaldo. Queste le sue parole riportate da tuttomercatoweb.com: "Stiamo parlando di sociale. Quello che ho detto e pensato ieri sera lasciamo stare. Il mio cuore è a metà fra Monza e Milan. Non posso dimenticare il mio passato".

Galliani e il gol di Muntari

Ha preferito dunque dribblare le domande Galliani che in coppia con Silvio Berlusconi ha preso le redini del Monza, sempre più lanciato verso la Serie B. Nessuna voglia di lamentare polemiche, anche in merito ai ricordi legati all'ormai celebre episodio del "gol di Muntari", quando non venne concessa una rete clamorosa al Milan nello scontro diretto con la Juventus nella stagione 2011/2012: "Come il gol di Muntari? Non esageriamo.. (ride, ndr). Quello è un qualcosa che va al di là del bene e del male".

Matri non andrà al Monza, parola di Galliani

Un'occasione anche per parlare di mercato e delle voci relative all'approdo dell'ex Milan Matri al Monza. Al momento il bomber resta senza squadra: "Matri lo conosco da bambino, è un ragazzo fantastico. Non verrà al Monza perché siamo coperti: è con noi perché siamo amici e potrà stare con noi quanto vorrà anche se non lo tessereremo. La cosa che mi stupisce sempre di lui e che fa capire che tipo di persona sia è vederlo sui traghetti quando è al mare ad Ibiza con sua moglie mentre solitamente i calciatori si muovono solitamente in maniere molto diverse".