Zinedine Zidane come selezionatore della Francia? Sembra essere questo il desiderio della Fédération Française de Football (FFF). Nonostante Didier Deschamps abbia un contratto fino al Campionato Europeo del 2020 la nazionale francese potrebbe avere un futuro molto prossimo senza di lui: secondo El Confidencial il tecnico del Real Madrid sarebbe nel mirino dei vertici federali e potrebbe sostituire già dopo il Mondiale di Russia il suo ex compagno di nazionale alla guida dei Bleus.

Sempre secondo il giornale spagnolo Zizou starebbe pensando che il suo tempo al Real Madrid stia volgendo al termine e, dopo i primi contatti, l'allenatore della Casa Blanca sarebbe consapevole che la selezione per la quale ha vestito la maglia 108 volte lo vorrebbe come allenatore. Da quello che traspare Zidane sarebbe un po' stanco delle attenzioni a cui è sottoposto da quando siede sulla panchina del Real Madrid e in questo momento non si vedrebbe con nessun'altra squadra europea: l'allenatore francese non disprezzerebbe una via d'uscita se le cose non dovessero andare bene nella finale di Kiev perché non vorrebbe dire lasciare con una sconfitta. In linea di principio, l'idea di Zinedine Zidane sarebbe quella di continuare al Santiago Bernabéu a meno che Florentino Perez non dovesse prendere altre decisioni nelle prossime settimane.

Zizou ha segnato 31 goal con la maglia dei Bleus e le sue due reti più ricordate sono, sicuramente, quelle realizzate nella finale del Mondiale 1998 contro il Brasile che hanno contribuito a regalare alla Francia la sua unica affermazione nella Coppa del Mondo. L'ex numero 10 ha anche vinto un Europeo, nel 2000 contro l'Italia al Golden Goal, ed è il quarto giocatore con più presenze nella storia del calcio francese dopo Lilian Thuram, Thierry Henry e Marcel Desailly.