Paulo Fonseca è al suo primo derby di Roma e sembra avere le idee piuttosto chiare in vista della stracittadina contro la Lazio. Il tecnico portoghese questa mattina ha sostenuto l'allenamento di rifinitura in vista della partita di domani e in conferenza stampa ha espresso il suo punto di vista sul derby: "Ne ho già giocati diversi nella mia vita. Capisco che è una partita speciale tanto per i tifosi tanto per la città. Si percepisce anche per strada. È una partita che vale tre punti. Non vedo l'ora di giocarlo".

Fonseca: Smalling era il giocatore esperto che cercavamo

L'allenatore giallorosso ha parlato dell'arrivo di Chris Smalling per rinforzare la difesa, apparsa piuttosto ‘ballerina' nella prima uscita stagionale con il Genoa:

Cercavamo un giocatore esperto che vanta più di 200 partite con il Manchester United ed ha le caratteristiche giuste che ben si adattano alla nostra squadra. Ha le caratteristiche che cercavamo, è rapido, aggressivo, può aggiungere qualità alla nostra rosa. Smalling molto colpito dalla telefonata con me? A quanto sembra gli piace la mia voce, la trovano attraente o suadente. In realtà questi colloqui passano attraverso la spiegazione del nostro modo di giocare, in che modo intendiamo inserirli in squadra e perché riteniamo che possano essere importanti. Si tratta solo di trasmettergli perché abbiamo puntato su di lui.

Fonseca: Mancini e Zappacosta sono pronti

Fonseca ha parlato dei nuovi acquisti ("Mancini e Zappacosta? Sono pronti, potrebbero giocare e Smalling sarà convocato. Veretout potrebbe giocare") ma non si è si sbilanciato sulla posizione che potrebbe occupare Florenzi:

Alto a sinistra? Si, è una ipotesi che sto considerando, ci abbiamo lavorato in settimana evidentemente, vedremo se opterò per questa possibilità. E' una questione tattica, ma non voglio rivelare come ci comporteremo domani in campo. Abbiamo analizzato profondamente la partita con il Genoa, abbiamo preparato la partita per ogni situazione e domani vedrete come ci comporteremo.

Inzaghi: Fa effetto primo derby senza Totti

Totti è un amico, ci conosciamo da tantissimi anni. Sarà il primo derby senza di lui, farà un effetto particolare. Ci siamo visti in vacanza ma ci siamo solo salutati con grandissima stima, non abbiamo parlato di calcio.

Simone Inzaghi, alla vigilia del derby, ha parlato della prima stracittadina dopo l'addio di Francesco Totti dalla società giallorossa e oltre all'ex capitano, per la prima volta sarà assente anche Daniele De Rossi: "Ma loro hanno giocatori esperti che sono altrettanto da tanto tempo alla Roma. Dovremo essere bravi, lo abbiamo preparato bene. Per noi è una partita importantissima e ogni derby è come se fosse il primo, servirà coraggio". Infine sulla sfida di domani il tecnico della Lazio ha dichiarato:

La Roma ha un allenatore preparato e molto bravo, lavora bene. I giallorossi hanno individualità di livello. Lucas Leiva credo giocherà, a centrocampo abbiamo anche altre opzioni come Luis Alberto, Milinkovic e Parolo. La Roma sembra possa cambiare qualcosa, la filosofia di Fonseca è ben definita, siamo solo alla seconda giornata. Sappiamo cosa significa giocare un derby, non era mai capitato alla 2ª giornata, siamo concentrati, domani avremo un risveglio muscolare.