Rocco Commisso, almeno per il momento, è stato di parola. Il presidente della Fiorentina, dopo aver trattenuto Federico Chiesa, ha anche blindato uno dei gioielli della squadra di Vincenzo Montella: Gaetano Castrovilli. Il ventiduenne centrocampista pugliese, rivelazione viola di queste prime giornate di campionato, ha infatti firmato il suo rinnovo con il club toscano fino al 2024.

L'annuncio dell'accordo tra le due parti, è arrivato in una conferenza stampa che si è tenuta a Firenze nelle ultime ore alla presenza del direttore sportivo viola e dello stesso giocatore: "Gaetano il nostro futuro – ha spiegato Daniele Pradè – gli chiediamo di restare così come è, ovvero umile e professionale. Il nuovo accordo è di cinque anni, ci abbiamo messo un po' di tempo ma lo abbiamo chiuso questa mattina. Si tratta di un accordo che dipenderà molto dalle prestazioni di Gaetano".

La soddisfazione di Castrovilli

Lanciato in serie A da Montella e seguito anche dal commissario tecnico azzurro Mancini, l'ex Cremonese andrà a guadagnare 1 milione di euro netto a stagione: ingaggio che che salirà di stagione in stagione a seconda delle sue prestazioni. "Ho accettato questo progetto perché c’è grandissimo entusiasmo da parte di tutti e perché qui posso crescere – ha dichiarato Castrovilli – Mi piacerebbe diventare un giorno un simbolo della Fiorentina".

Nel botta e risposta con la stampa, il giocatore di Montella ha poi rivelato la sua fede rossonera e le sue emozioni dopo la rete contro il Milan: "Mi sono sempre ispirato tantissimo a Ronaldinho e Kakà, ma mi piace pensare di essere Gaetano Castrovilli – ha concluso – Il gol a San Siro? Da bambino ero tifoso del Milan, un po' mi è dispiaciuto, ma per me è stata una grandissima emozione. Mi stavo quasi commovendo dopo il gol a Milano".