Piove sul bagnato per Vincenzo Montella. Oltre alla crisi di risultati e ad una panchina che continua a traballare, il tecnico viola sarà costretto a fare a meno di Franck Ribery ancora per diverso tempo. Dopo l'infortunio rimediato alla caviglia destra nel finale del primo tempo della sfida casalinga con il Lecce, l'ex Bayern Monaco dovrà infatti operarsi e procedere con una lunga riabilitazione. A comunicare le ultime notizie sullo stato di salute dell'attaccante ci ha pensato la società toscana con un comunicato ufficiale pubblicato pochi minuti fa

"Il calciatore Franck Ribéry è stato sottoposto in data odierna a controllo specialistico visto il persistere della sintomatologia dolorosa in alcune situazioni di carico – si legge nella nota del club – Al fine di risolvere il problema e rendere più rapidi i tempi dell'attività agonistica è stato proposto un trattamento di stabilizzazione chirurgica dell’articolazione che verrà effettuato nelle prossime ore. Al termine della procedura verrano resi noti i tempi di ripresa della attività agonistica".

Le ipotesi per il dopo Montella

Le pochissime percentuali di vederlo in campo prima di Natale, sono così state cancellate dal tweet della Fiorentina: un messaggio che ha ovviamente messo di cattivo umore la tifoseria e lo stesso Vincenzo Montella. Per la delicata sfida del Franchi contro l'Inter, nella quale l'allenatore campano è chiamato a vincere per evitare l'esonero, la squadra toscana dovrà dunque fare a meno non solo del capitano Pezzella ma anche dell'ex nazionale transalpino.

Nell'attesa cominciano già a circolare i nomi dei possibili sostituti di Montella. Persa l'opportunità di ingaggiare Rino Gattuso, il patron Rocco Commisso avrebbe infatti pensato ad altri due tecnici che hanno già lavorato a Firenze. Secondo quanto riporta ‘La Repubblica', nomi sarebbero quelli di Cesare Prandelli o Beppe Iachini.