video suggerito
video suggerito

Feyenoord-Roma 1-2: orgoglio giallorosso agli ottavi con i gol di Ljajic e Gervinho (foto)

In vantaggio al 47′ con Ljajic i giallorossi si sono fatti raggiungere al 58′ da Elvis Manu, ma al 60′ ci ha pensato Gervinho chiudere i conti. Al 54′ match sospeso per intemperanze dei tifosi olandesi e fatto riprendere dopo 10 minuti dall’arbitro Turpin. Roma quasi sempre padrona del match.
A cura di Alessio Pediglieri
9 CONDIVISIONI
Immagine

Una gara gagliarda, giocata a viso aperto e vinta meritatamente dalla squadra che si è dimostrata più forte e compatta: la Roma di Rudi Garcia che ha profanato il campo di Rotterdam battendo il Feyenoord per 2-1 grazie alle reti di Ljajic e del solito Gervinho che ha risposto con il suo secondo gol – dopo la rete dell'andata – ai tifosi olandesi che lo hanno insultato dagli spalti lanciandogli anche un'enorme banana gonfiabile in campo. E proprio le intemperanze dei soliti esagitati ha costretto ad inizio di ripresa, al 55′ in occasione dell'espulsione di Te Vrede per un brutto fallo a centrocampo, a far sospendere il match per una decina di minuti con l'arbitro Turpin che ha mandato le squadre negli spogliatoi sull'1-0 per la Roma.

L'ennesima vergogna di una tifoseria che non ha perso occasione per rovinare una serata comunque di grande gol e una gara intensa d'emozioni perché alla ripresa delle ostilità in 5 minuti succede di tutto: al 58′ è l'appena entrato Manu a trovare il pareggio e 120 secondi dopo Gervinho fissa il risultato sull'1-2 che significa qualificazione. Così la Roma torna a vincere nella serata più importante e ragala la "manita" all'Italia di Coppa che festeggia cinque successi su cinque incontri tra Champions e Europa League.

Primo tempo – L'inizio è quasi tutto giallorosso con Capitan Totti che comanda i suoi all'arrembaggio e che in prima persona si fa pericolosissimo sotto la porta di Vermeer. La prima vera palla gol più interessante non a caso è proprio dei giallorossi: al 15′ Pjanic ruba palla a centrocampo e serve immediatamente Totti che prova l'eurogol col cucchiaio vedendo Vermeer fuori dai pali. La palla sembra perfetta ma si spegne di poco oltre la traversa.

Al 17′ è ancora la Roma ad andare vicinissima al gol e ancora una volta a pensarci è Francesco Totti. Punizione di seconda, tocco di Gervinho e destro velenosissimo del numero 10 giallorosso che stampa sul palo esterno un rasoterra che sarebbe stato imparabile per Vermeer.

Dopo il brutto fatto della banana in campo per schernire Gervinho, i giallorossi passano in vantaggio con Ljajic: è De Rossi a raccogliere da fuori area per il cross perfetto sull'accorrente Ljajic che sul secondo palo infila di piattone al volo il portiere del Feyenoord. Vantaggio meritatissimo. Sul quale si chiude un primo tempo quasi esclusivamente di marca giallorossa.

Secondo tempo – La Roma resta padrona del campo e il Feyenoord alla ricerca del pareggio. Al 52′ Te Vrede, subentrato nel primo tempo a Kazim-Richards, compie un bruttissimo fallo su Manolas e costringe l'arbitro francese Turpin a estrarre il rosso diretto. Olandesi in 10, ma la decisione arbitrale scatena la rabbia dei tifosi: partita sospesa e rischio per il club olandese di perdere a tavolino l'incontro.

Immagine

Dopo 10 minuti di interruzione si riprende a giocare con lo stadio che è una bolgia. Nel Feyenoord entra Elvis Manu per Khalid Boulahrouz e la gara riparte dal 55′ minuto. Ma non passano 3 minuti che proprio il nuovo entrato supera Skorupski per l'1-1. Doccia fredda per i giallorossi che sembrano incassare il colpo.

Ma nella prima occasione utile, al 60′, ancora Gervinho – come all'andata – trova la rete dell'1-2 su assist perfetto di Torosidis. Un colpo da ko per il Feyenoord. La Roma riesce ad amministrare, all'87' Gervinho si divora anche un gol facilissimo in contropiede, sbagliando il tris giallorosso, ma è un errore veniale: la Roma guadagna gli ottavi espugnando Rotterdam in una gara da battaglia, mettendo cuore, coraggio e grinta.

Il tabellino di Feyenoord-Roma 1-2 

FEYENOORD (4-3-3): Vermeer; Boulahrouz (55′ Manu), Kongolo, Van Beek, Nelom; El Ahmadi, Toornstra, Clasie; Karsdorp, Kazim-Richards (29′ Te Vrede), Vilhena (85′ Achahbar). A disp.: Mulder, Mathijsen, Woudenberg, Boetius. All. Fred Rutten
ROMA (4-3-3): Skorupski; Torosidis, Manolas, Yanga-Mbiwa, Holebas; Keita, De Rossi, Pjanic (72′ Nainggolan); Gervinho, Totti (88′ Paredes), Ljajic (72′ Iturbe). A disp.: De Sanctis, Cole, Astori, Verde All. Rudi Garcia
MARCATORI: Ljajic (R), Manu (F), Gervinho (R)
ESPULSO: Te Vrede (F)
AMMONITI: Boulahrouz (F), Clasie (F), Pjanic (R), Paredes (R)

9 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views