Kylian Mbappé veloce come Usain Bolt? Lo scatto impressionante dell'attaccante francese del Paris Saint-Germain nella sfida con il Lille ha catturato l'attenzione dei media transalpini. Tutto nasce da un'azione di calcio d'angolo battuto male dagli ospiti: il rimpallo nei pressi dell'area di rigore favorisce l'ex Monaco che prende palla e scatta verso la porta avversaria. Una falcata da vero sprinter lo spinge alla velocità media di 36 km/h – con un picco massimo di 44.7 km/h – fino a segnare il gol del 3-1 al 90° in contropiede.

Pazzesco anche per i tabloid che, ‘The Sun' in testa, hanno accostato l'ala del Psg al campione del mondo giamaicano che nel 2009, quando fissò il nuovo record iridato (9″58) sui 100 metri a Berlino, corse a una velocità media di 37.58 km/h e toccando i 44.72 km/h al massimo della performance in pista. E' la stessa velocità, dicono i francesi, che si appellano all'esperto di calcio Robin Bairner secondo il quale i calcoli effettuati non mentono.

Non è vero (ma ci credo), i dubbi sul paragone col giamaicano

Sensazionale, così è stata definita la prestazione di Mbappé divenuto dopo Bellerin, Robben e perfino Koulibaly del Napoli un'altra leggenda della velocità sul rettangolo verde. Ai tifosi va bene così. In Rete però non hanno creduto al signor Bairner e, per quanto abbiano applaudito al dinamismo e al gesto atletico del calciatore, c'è chi ha fatto la differenza tra la media sui 100 metri con partenza da fermo e quella sviluppata in progressione da un giocatore già in movimento.

C'è un altro dettaglio che è stato trascurato: se Mbappè sfiora la velocità di 45 km/h, i difensori del Lille che sono alle costole corrono a non meno di 41 massimo 42 km/h. Cosa significa? Anche loro potrebbero fare concorrenza a Bolt e correre al di sotto dei 10″.

Dal Monaco al Psg in prestito per aggirare il fairplay Uefa

Il trasferimento di Mbappé dal Monaco al Paris Saint-Germain ha fatto molto discutere nell'estate scorsa. Dopo aver ingaggiato Neymar, definito l'affare del secolo per le proporzioni complessive dell'operazione (600 milioni di euro, compresi ingaggio del calciatore e clausola rescissoria), il Paris Saint-Germain ha messo le mani anche sul giovane attaccante del Monaco.

Per aggirare i paletti del fairplay finanziario della Uefa ed evitare una stretta (oltre che sanzioni) sul bilancio e sul mercato, il club ha pattuito con il club del Principato il trasferimento in base alla formula del prestito con diritto di riscatto fissato a 180 milioni di euro. In campionato Mbappé ha segnato 6 gol in 13 presenze, 4 i centri in 6 partite disputate in Champions League.