Finalmente ci siamo. La sosta è ormai alle spalle e tutto sembra pronto per la ripresa del campionato. Le gare internazionali, però, hanno lasciato non pochi strascichi e potenziali problemi d'infermeria per gli allenatori. Per chi ha sfruttato il riposo, invece, lo stop può aver prodotto effetti benefici riducendo i tempi di recupero. È il caso, per esempio, degli atalantini Caldara e Conti nuovamente a disposizione di Gasperini per l'impegno contro il Genoa. Non così il portiere Berisha, che dovrebbe far posto all'ex veronese Gollini, per un infortunio i cui tempi di recupero sono ancora da valutare. Sulla sponda genoana, la buona notizia risponde al nome di Veloso, tornato ad allenarsi dopo diverso tempo e probabilmente già in panchina nel prossimo turno.

A Firenze tira aria buona: l'unico indisponibile per Paulo Sousa è Gonzalo Rodriguez, causa squalifica, ma l'infermeria è finalmente vuota. Nella Lazio, al contrario, Inzaghi deve fare i conti ancora con i perduranti problemi fisici di Marchetti, ma il giovane Strakosha sta offrendo ottime garanzie. Centrocampo da inventare sull'altra sponda della Capitale, a causa dell'assenza di Strootman, squalificato, e degli acciacchi di De Rossi, tornato malconcio dalla sfida in Nazionale contro l'Olanda.

Tra le big del Nord: il Milan deve attendere ancora due settimane per il rientro di Suso, la Juventus invece ha appena ricevuto la brutta notizia del campionato terminato anzitempo da Pjaca, che dovrà trascorrere tutta l'estate a recuperare dalla rottura dei legamenti subita con la nazionale croata. Allegri, che ha riabbracciato Barzagli, dovrà ancora fare a meno di Benatia e Sturaro; quasi al completo i prossimi avversari del Napoli, che devono rinunciare al solo Tonelli. Ultima annotazione per l'Udinese che avrà tra i pali ancora Scuffet, al posto dell'infortunato Karnezis.