Ancora una volta la FA Cup non ha lesinato sorprese. Malgrado si sia solamente ai 32mi di finale, un paio di cosiddette ‘big' hanno già dovuto lasciare il torneo in modo del tutto inaspettato. La formula della coppa inglese da sempre permettere alle piccole realtà del calcio locale di trovare spicchi di gloria a discapito delle più quotate che militano in Premier League.

Nelle ultime gare in programma per i trentaduesimi di finale ha trionfato ad esempio la squadra di Guardiola a suon di gol (ben 7), mentre il Fulham del tecnico italiano Claudio Ranieri è crollato in casa. Fatto fuori anche il Leeds di Bielsa, mentre la vera impresa è stata quella del Newport, squadra di 4ª serie che ha eliminato il Leicester.

Show del City, a forza 7

Eccellente la prestazione della squadra di Pep Guardiola che è reduce anche dal confortante successo interno contro il Liverpool che ha riaperto in parte la corsa al titolo.  I campioni di Inghilterra ha passeggiato contro il piccolo Rotherham, una più che modesta formazione di terza serie, vincendo addirittura 7-0. Niente turn over per Guardiola che ha schierato i migliori tra cui sono andati a segno in sei: Sterling, Foden, Mahrez (che ha siglato una doppietta) Gabriel Jesus, Otamendi e Sanè.

L'impresa del Newport sul Leicester

Il Watford della famiglia Pozzo si è invece qualificato ai sedicesimi di finale, imponendosi 2-0 a Woking grazie alle reti di Hughes e Deeney, mentre il Leeds del Loco Bielsa è scivolato 2-1 sul campo del Qpr in modo inaspettato. Ma la vera impresa è stata quella ottenuta dal Newport County, altra formazione di quarta serie.

Il piccolo club è riuscito a conquistare i sedicesimi a discapito del più forte e quotato Leicester. Le Foxes hanno rimediato una pessima figuraccia, andando in svantaggio per il gol di Watt e poi pareggiando con Ghezzal. Alla fine però, il finale è tutto del Newport: su rigore, Amond non sbaglia dal dischetto e di guadagna la qualificazione.