Una scena incredibile, seppur non nuova per il mondo del calcio, si è vista stasera a Guimaraes, dove era in programma il match di Europa League tra il Vitoria e il Marsiglia. Nel riscaldamento della squadra francese il difensore Patrice Evra, ex della Juventus, ha litigato con un tifoso della sua squadra, il Marsiglia, ha perso le staffe e a quest’uomo ha rifilato addirittura un calcio volante. L’episodio è pressoché identico a quello che vide protagonista a metà degli anni ’90 Eric Cantona, che subì una squalifica lunghissima dopo aver rifilato un calcione, ribattezzato ‘Cantona Kick’, a un tifoso del Crystal Palace.

Evra, calcio a un tifoso e cartellino rosso

Chissà cosa è preso al francese, difensore di lungo corso che ha disputato cinque finali di Champions League, ha una bacheca stracolma, ha vestito le maglie di Juventus, Manchester United, Monaco e naturalmente della nazionale transalpina.

Evra non doveva essere nemmeno tra i titolari ed era tranquillamente in tuta quando ha litigato con quel tifoso e lo ha colpito con un calcio rotante. Gli animi si sono subito accesi e il rischio di una potenziale rissa è stato forte. Il giocatore del Marsiglia è stato espulso prima della partita e questo è un record. E ora rischia pure una squalifica pesantissima.

Il precedente di Cantona, colpì un tifoso con un colpo di Kung Fu

Il 22 gennaio del 1995 in una partita tra Crystal Palace e Manchester United ‘King Eric’ fu espulso dall’arbitro per aver colpito in modo rude un difensore avversario, Richard Shaw. Uscendo dal campo il numero 7 dei Red Devils sentì qualche parola di troppo di un tifoso avversario, tale Matthew Simmons, e lo colpì con un calcio in stile Kung-Fu. Cantona fu rinviato a giudizio, fu condannato a 120 ore di servizio civile, fu sospeso per 9 mesi e tornò a giocare solamente nel mese di ottobre.