Il protagonista della storia più commovente di questi Europei Under 21 si chiama James Maddison: 22enne centrocampista del Leicester e della nazionale inglese. Il giocatore britannico ha colpito tutti quanti al cuore con un post su Instagram, nel quale ha mostrato le scarpe utilizzate nelle partite giocate dagli inglesi contro Francia e Romania allo stadio "Dino Manuzzi" di Cesena. Nella fotografia pubblicata, si nota infatti il volto di Sophie Taylor stampato su uno dei sue scarpini: una bambina alla quale Maddison era molto affezionato.

Tifosa del Norwich, squadra nella quale aveva giocato Maddison, la piccola aveva conosciuto il giocatore nel 2016 quando le era stato diagnosticato un cancro alle ossa: una terribile malattia che purtroppo l'aveva strappata all'affetto dei suoi cari due anni più tardi. Molto legato a Sophie, alla quale aveva tentato di darle sostegno nei giorni più difficili prima di recarsi purtroppo al suo funerale, Maddison ha così voluto ricordare la sua "migliore amica" con un gesto davvero speciale.

L'affetto della famiglia di Sophie

In occasione dell'Europeo Under 21, il classe '96 delle "Foxes" è dunque sceso in campo con queste scarpe speciali: un modello realizzato da hoc dalla "Puma", dove oltre al viso della bambina è stata inserita anche la frase "Un angelo in Paradiso" sulla punta e disegnata la sagoma dello stesso giocatore mentre festeggia un gol con una maglietta dedicata alla piccola tifosa: "RIP Sophie, I love you". "Parliamo molto con James e ci ha detto che non vedeva l'ora di dedicare la sua prossima rete a Sophie – ha spiegato in un'intervista rilasciata qualche tempo fa alla BBC il padre di Sophie, Alex – Lui ha sinceramente voluto bene a Sophie. Il calcio ha bisogno di più persone come James Maddison".