Durante la serata che precede la gara di Europa League tra Lazio e Siviglia ci sono stati degli scontri in centro città a Roma tra ultras per le vie di Rione Monti che hanno coinvolto una quarantina di giovani. Prima ci sarebbe stato un contatto in via Leonina, molto vicino a via Cavour e al Colosseo, intorno alle 21:30 e subito dopo ci sarebbe stata una spedizione dentro un pub con successiva caccia ai rivali. Si contano quattro feriti e due di questi sono ricoverati in codice rosso all’ospedale Santo Spirito. Tra le persone che hanno avuto la peggio ci sono due ragazzi spagnoli e un americano, che è il più grave insieme a uno dei due tifosi andalusi. È stato ricoverato anche un ragazzo italiano.

Gli scontri sarebbero avvenuti in prossimità di un pub dove pare vi fossero alcuni supporter del Real Madrid, che stavano assistendo in tv alla partita della loro squadra del cuore contro l’Ajax, e avrebbero coinvolto numerose persone, tra cui anche una quarantina di tifosi del Siviglia arrivati dopo: sul posto sono arrivate subito due ambulanze e diverse auto della polizia. Tutto è successo in maniera molto veloce e violenta e dopo il primo confronto alcuni tifosi spagnoli hanno cercato di rifugiarsi in alcuni locali per provare a sfuggire alla violenza degli ultrà, presumibilmente della Lazio (la Digos sta cercando se i partecipanti appartengano a frange estreme della curva Nord), che sono arrivati in gruppo subito dopo.

Successivamente sono arrivate diverse volanti della polizia e decine di poliziotti con caschi e scudi in assetto antisommossa per monitorare la situazione in piazza Madonna dei Monti e in via dei Serpenti. Purtroppo non è la prima volta che rione Monti, e il centro di Roma, sono teatro di aggressioni e violenze da parte di tifosi.

Nel frattempo la polizia ha organizzato una serie di presidi notturni con agenti del Reparto mobile in tutto il centro storico della Capitale, da Campo de’ Fiori ai Fori Imperiali, da Trastevere a piazza Navona, per evitare altri possibili contatti fra le due tifoserie.

Secondo quanto ha riportato Repubblica.it, che ha raccolto i commenti di alcuni commercianti sull'accaduto, "sembrava una spedizione punitiva. Abbiamo visto correre dei giovani vestiti di nero. Erano incapucciati. Altri indossavano caschi e avevano bastoni e cinture in mano. È come se stessero dando la caccia a qualcheduno. E in fatti a un certo punto hanno fatto irruzione in un locale. Quando è arrivata la polizia erano già fuggiti via".