12 Giugno 2016
22:54

Euro 2016, Mustafi e Schweinsteiger decidono la sfida tra Germania e Ucraina

Il difensore centrale del Valencia e il centrocampista del Manchester United hanno permesso ai campioni del Mondo di vincere al debutto 2-0. Una gara comunque giocata male dai tedeschi spesso in difficoltà e salvati dal solito monumentale Neuer.
A cura di Alessio Pediglieri

E' finita con la vittoria tedesca la sfida tra Germania e Ucraina con il gol segnato nel primo tempo dal difensore centrale Mustafi che ha condizionato tutto il match fino alla rete del 2-0 al 93′ da parte di Schweinsteiger. Ma i campioni del Mondo in carica non hanno di certo convinto, anzi. In difesa sono stati spesso imprecisi e il solito Neuer ha salvato ripetutamente la propria porta dalle folate avversarie. Una prova collettiva tutto sommato insufficiente al di là del risultato con il reparto arretrato troppo spesso in apnea. Per Lowe qualcosa da rivedere nel gioco collettivo che spesso è funzionato ad intermittenza contro una Ucraina che proprio al 90′ ha sfiorato la beffa del pareggio finale.

La Germania non parte benissimo tanto che il primo acuto è proprio dell'Ucraina che scalda i guanti di Neuer al 7′ con un missile terra-aria di Konoplyanka con cui iniziano le ostilità. Buona personalità da parte degli uomini di  Fomenko  che tengono botta nei primi minuti con i più quotati campioni del mondo. Che sono molto pericolosi soprattutto con Drexler subito in partita e che al 12′ offre l'assist vincente a Muller che spreca tutto. Fino al 19′ quando Mustafi, il difensore centrale del Valencia trova il colpo di testa del primo ko per gli ucraini. Ottimo il calcio di punizione di Kroos in area avversaria con Mustafi che ha trovato l'impatto perfetto.

L'Ucraina però non ci sta e sfiora il pareggio qualche minuto dopo quando al 27′ Khacheridi sovrasta di testa la difesa avversaria ed indirizza il corner sotto la traversa che impegna Neuer a un super intervento decisivo, il secondo in pochi istanti che salva ancora una volta la porta della Germania. Gli animi si accendono, le occasioni iniziano ad arrivare da entrambe le parti e i tedeschi replicano con Khedira che scarica sulle braccia di Pyatov.

L'Ucraina prova ancora a cercare il gol del pari, la Germania di Lowe trema soprattutto in difesa dove è Boateng che al 36′ salva proprio sulla linea una conclusione di Shevchuk che aveva approfittato di uno svarione difensivo tedesco. E proprio in difesa la nazionale di Lowe fa fatica ad arginare le folate di un'Ucraina che meriterebbe anche il pareggio che però sfugge nel primo tempo.

Nella ripresa i tedeschi provano a gestire il match anche se il vantaggio è minimo e l'Ucraina è più che motivata per tornare sotto e cercare la via del pareggio. La Germania riesce nell'intento di gestire l'impeto avversario pungendo anche in contropiede grazie ad un controllo e un possesso palla a volte prolungato. Legittimando il vantaggio di Mustafi con il palo colpito da Kroos al 51′.

Nella parte finale del match la Germania di Lowe alza il piede dall'acceleratore, l'Ucraina finisce anzitempo la benzina e la partita si spegne in attesa del fischio finale con Ozil che spreca malamente il raddoppio poco prima che Mustafi sbagliasse il passaggio a Neuer rischiando il pareggio avversario. Nei minuti di recupero però c'è gloria anche per Schweinsteiger  appena entrato in campo che segna in contropiede la rete del definitivo 2-0. Missione raggiunta per i campioni del Mondo che si aggiudicano i tre punti in palio ma per una sera non hanno pienamente convinto.

Sarri si sfoga dopo due mesi fermo:
Sarri si sfoga dopo due mesi fermo: "È una bestemmia, dispiace anche doverne parlare"
Clementino e Gigi D'Alessio da The Voice
Clementino e Gigi D'Alessio da The Voice "mandano a casa" la Juventus
1.078 di Sport Viral
Torino ko dopo l'impresa in Coppa Italia col Milan: allo Spezia basta un gol di Nzola
Torino ko dopo l'impresa in Coppa Italia col Milan: allo Spezia basta un gol di Nzola
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni