Commozione e ricordo all’Estadio Cornellà-El Prat di Barcellona ieri alle ore 19:21. Durante la partita tra Espanyol e Siviglia, valida per la prima giornata della Liga, sono stati ricordati tre giocatori tragicamente scomparsi negli ultimi anni, in circostanze diverse tra loro, e che sono appartenuti alle due squadre: si tratta di Antonio Puerta, José Antonio Reyes e Daniel Jarque. Per omaggiare questi tre calciatori i due club spagnoli hanno deciso di interrompere la gara al 21’, visto che il 21 era il numero dell'ex capitano dei catalani: un momento che ha mixato applausi, ricordi ed emozione degli amici e degli avversari presenti in campo e sugli spalti.

Chi sono Reyes, Puerta e Jarque

La scomparsa più recente è quella di Antonio Reyes, 36 anni, che è morto lo scorso 1 giugno dopo un incidente stradale causato dall’esplosione di un pneumatico. L'ex centrocampista di entrambe le squadre viaggiava con due cugini, anche uno di loro non ce l'ha fatta. Di impatto maggiore fu la scomparsa di Puerta, che perse conoscenza in campo durante la partita d’esordio del Siviglia contro il Getafe della Liga 2006-2007 e nonostante l’intervento tempestivo di Dragutinovic e di Palop perse la vita in ospedale qualche giorno più tardi. Aveva 23 anni. Esattamente 10 anni fa se ne andava Dani Jarque, allora capitano dell’Espanyol, che mentre si trovava a Coverciano in ritiro con il club fu colto da un malore mentre parlava al telefono nella sua camera da letto. Andrès Iniesta gli dedicò il gol decisivo per la vittoria del mondiale nel 2010 e il club catalano lo omaggia in occasione di ogni partita al minuto 21.