Alla fine ce l’ha fatta. Ernesto Valverde da oggi è l’allenatore del Barcellona. L’ex attaccante prende il posto di Luis Enrique, che ha deciso di lasciare il club catalano dopo tre stagioni. L’annuncio ufficiale lo ha dato il presidente Bartomeu: “Valverde è il nuovo tecnico del Barcellona”. L’allenatore ha firmato un biennale, con un’opzione per un’altra stagione e verrà presentato giovedì prossimo. Il numero uno del club blaugrana nella conferenza stampa ha reso merito a Luis Enrique e ha elogiato il nuovo allenatore:

Se ne va un grande allenatore e un grande ‘barcellonista’. Le porte del club per lui sono sempre aperte. Valverde ha grandi capacità, ha esperienza ed è un amante del calcio. Il suo stile è quello che amiamo qui al Barcellona. Ernesto è un grande allenatore, applica la tecnologia ai suoi allenamenti ed è bravo a gestire le partite.

Ernesto Valverde ha avuto un’ottima carriera da calciatore. Dopo aver militato con l’Espanyol, nel 1988 passa al Barcellona con cui non gioca molto in due stagioni ma vince la Liga nel 1990 e la Coppa delle Coppe del 1989. Per sei anni gioca con l’Athletic Bilbao, prima di chiudere la sua carriera con il Maiorca.

Da allenatore invece Valverde ha legato la sua carriera in prevalenza all’Athletic Bilbao, dove è stato per tre anni nelle giovanili, per due stagioni ha fatto il vice, poi lo ha guidato con una interruzione tra il 2002 e il 2005 e nuovamente tra il 2013 e il 2017. Anni proficui. L’Athletic con lui ha giocato anche in Champions. Ha guidato anche Espanyol, Olympiacos, Villarreal e Valencia. Ora finalmente il Barcellona, che lo aveva contattato quando andò via Guardiola e anche quando morì Tito Vilanova e pure quando Martino lasciò, lo ha ingaggiato. Questa volta Valverde finalmente ce l’ha fatta. Il debutto ufficiale arriverà nella Supercoppa di Spagna con il Real Madrid, la prima amichevole la giocherà con la Juventus nel New Jersey.