Alexis Sanchez torna in Italia e lo farà da nerazzurro. Il cileno è stato acquistato dall'Inter con la formula del prestito secco per una stagione e in giornata sarà a Milano per sostenere le visite mediche. Si dovrebbe trattare di un accordo che prevede il diritto di riscatto ma tutto verrà stabilito tra i club più avanti. Antonio Conte, dunque, avrà il giocatore al quale ha fatto il filo da tempo e che gli permetterà ancora una volta di variare il fronte d'attacco permettendo alla squadra di essere polivalente in base a situazioni ed avversari.

Il capolavoro di Ausilio e Marotta

Ad aver avuto la meglio nella trattativa è stata l'Inter che non si è mossa dalla propria posizione: o prestito secco o nulla senza parametri prefissati per l'eventuale riscatto. Il Manchester aveva spinto per ricevere subito tra i 15 e i 20 milioni di euro ma i nerazzurri sono rimasti irremovibili, forti anche del gradimento del cileno.

I termini dell'accordo

Un'operazione magistrale dal punto di vista economico: l'Inter pagherà solamente 5 dei 12 milioni di ingaggio di Sanchez con lo United che – alla fine – si sgraverà di parte di uno stipendio altissimo per un giocatore che avrebbe fatto solamente tribuna. a giugno c'è già un impegno col giocatore per andare avanti insieme e col Man United per trovare una cifra ragionevole sul riscatto, nell'interesse di tutti ma senza fissare subito il prezzo visto che c'era distanza.

Come giocherà l'Inter di Conte

I nerazzurri schiererebbero i seguenti calciatori nel 3-5-2 tanto amato da Antonio Conte: Handanovic, Godin, de Vrij, Skriniar, Lazaro, Barella, Brozovic, Sensi, Biraghi, Lukaku  e Sanchez. Questo è l'11 ideale nella testa del tecnico che ha parlato anche di un 4-2-4 dove potrebbero fare capolino esterni votati alla velocità sulle fasce con Candreva e Politano pronti a prendere il posto di Lazaro e Biraghi che avranno bisogno di tempo per ambientarsi. In avanti, il ‘gigante buono' Lukaku farà coppia con il piccolo e veloce Sanchez che prenderà il posto di Lautaro. Il ‘Toro' non è bocciato ma si alternerà al cileno in fase offensiva.