Dall'Inghilterra giunge una notizia tragica: è morto a 49 anni Justin Edinburgh, allenatore del Leyton Orient, una delle tante squadre di Londra, e che ha legato la sua carriera da calciatore al Tottenham. Era ricoverato in ospedale da una settimana. Edinburgh aveva avuto un arresto cardiaco a Madrid, in Spagna c'era andato per seguire dal vivo la finale di Champions degli Spurs.

Il cordoglio di Leyton Orient e Tottenham

La notizia l'ha diffusa con un tweet il Leyton Orient che ha scritto: "È con profonda tristezza che annunciamo la scomparsa del nostro allenatore". Pochi minuti dopo è giunto anche il tweet del Tottenham, club con cui Justin Edinburgh ha giocato per dieci stagioni. Il tecnico è morto in Spagna. Edinburgh era volato a Madrid per seguire la finale di Champions League ma aveva avuto un attacco cardiaco. Negli ultimi giorni le sue condizioni hanno subito un netto peggioramento e nella giornata di sabato è morto.

Chi era Justin Edinburgh

Nato nel dicembre del 1969, Edinburgh quando aveva vent'anni divenne un calciatore del Tottenham. Degli Spurs divenne un giocatore cardine e un beniamino della tifoseria. Solo in campionato disputò 215 partite tra il 1990 e il 2000. Con i londinesi vinse una FA Cup (l'ultima del club) e la Coppa di Lega. Con Pourtsmouth e Biliracay disputò gli ultimi campionati della sua carriera da calciatore. Da allenatore ha guidato otto squadre tra il 2003 e il 2019, inclusi il Gillingham e il Newport County. La sua ultima squadra è stata il Leyton Orient, che quest'anno ha condotto nuovamente nei professionisti. Questo club londinese, che in passato ha avuto una proprietà italiana, era scivolato nei dilettanti ma con Edinburgh ha festeggiato, meno di un mese mezzo fa, il successo in National League, la quinta serie inglese.