Sky e Perform si sono aggiudicate i diritti per la Lega di Serie A per poco di più 973 milioni di euro. Si tratta di una cifra vicina al miliardo (più potenziali 150 di bonus, legati ad abbonati e revenue share) ma inferiore rispetto al minimo richiesto, 1,1 miliardi annui. Questa trattativa si è chiusa ad una cifra maggiore rispetto agli 830 milioni che erano stati previsti per gennaio nella seconda asta da Sky e Mediaset ed è stata aumentata anche se paragonata ai 945 milioni pagati nel triennio appena concluso. Viene salvato "Novantesimo Minuto" perché i diritti in chiaro restano embargati fino alle 19 e non più fino alle 22 della domenica sera.

Dopo 13 mesi che hanno visto due bandi a vuoto, la storia di Mediapro e una giornata di trattative private e serrate che ha visto l'abbandono di  Mediaset, che ha bollato il bando come “totalmente squilibrato”, sono arrivati gli altri "no" da parte di Tim e Italia Way.

Guardando i dati, alla Serie A non è andata malissimo perché comprendendo i diritti per l’estero, 370 milioni annui dopo i 185 del triennio passato, e la Coppa Italia (35 milioni), i club potrebbero incassare 1.343 milioni all’anno con un accrescimento del 16,4% dal triennio precedente e del 46% dal 2010. Purtroppo, se si effettua un paragone con i maggiori campionati europei vengono messe in risalto delle differenze perché la Premier League incassa 4 miliardi all’anno e negli ultimi 8 ha quadruplicato gli introiti. La Liga, che ha le superstar Ronaldo e Messi, è a quota 1.5 miliardi, +170% dal 2010. La Bundesliga arriva a 1.4 con un incremento dal 2012 del 340%. Infine c'è la Ligue 1 cona 1.18 miliardi, +100% dal 2010.

 I pacchetti e le fasce orarie

Nel caso di Sky, ogni giornata di campionato trasmetterà 7 delle 10 partite previste e avrà la diretta esclusiva di due anticipi del sabato (alle 15 e alle 18), di due partite della domenica pomeriggio (alle 15, alle 18 e alle 20.30) e del posticipo del lunedì sera, che dalla prossima stagione è previsto per ogni giornata. L’accordo permetterà a Sky di trasmettere la Serie A per i prossimi tre anni con 266 partite in esclusiva a stagione.