Nella pazza gara del Milan contro l'Udinese, vinta dai rossoneri per 3 a 2, uno dei protagonisti è stato Gigio Donnarumma. Il portiere del Diavolo ha messo molto del suo nei momenti topici dei 90′ di San Siro e ha messo la sua firma sul ritorno della vittoria in casa del club rossonero dopo quasi tre mesi. Il classe 1999, titolare della Nazionale Italiana e ormai "figura" del Milan, ha iniziato male il match contro i friulani  con un'uscita sbagliata per tempi e modalità: dopo aver travolto Lasagna, Gigio ha dovuto raccogliere la palla in fondo alla rete perché Stryger Larsen sulla sua indecisione aveva trovato il gol del vantaggio dell'Udinese.

Un errore che avrebbe messo "ko" chiunque ma non questo ragazzone napoletano: Donnarumma ha ripreso la sua gara e nella ripresa ha messo in fila quattro parate decisive in 10 minuti e ha aiutato la sua squadra a vincere la seconda partita di fila dopo quella di Cagliari. Interventi difficili, tutti diversi, che hanno permesso alla squadra di restare a galla e poi di portare a casa i 3 punti. Un Gigio Donnarumma che in alcune situazioni appare poco convinto e insicuro in alcune situazioni di gioco mentre in altri è talmente perfetto che riesce a rendere facili interventi molto complessi. Lo strano caso del Dr. Jekyll e del signor Hyde a tinte rossonere.

Il precedente: a Cagliari altra uscita ballerina

Già nella scorsa giornata di campionato il portiere del Milan si era reso protagonista di un'uscita sbagliata ma, in quel caso, non subì gol: a Cagliari Gigio Donnarumma si era mostrato alquanto insicuro in occasione di un'uscita su una ripartenza dei sardi e Nahitan Nandez aveva provato a beffarlo con un pallonetto. Il numero 99 riuscì a recuperare la posizione e con un bagher aveva tolto la palla dallo specchio della porta e svenato il pericolo.