Nel calciomercato estivo ci sarebbe anche spazio per un turbinio di portieri di primissimo livello che vedrebbe in un solo colpo i numeri 1 di Milan, Juventus e Psg mischiati tra di loro. Qualcosa di clamoroso, con Szczesny al PSG, Perin al Milan e Donnarumma alla Juventus. Il tutto reso meno improbabile da un regista d'eccezione: Mino Raiola.

Donnarumma, Szczesny, Perin: destini incrociati, regia di Mino Raiola

Il procuratore starebbe infatti imbastendo le basi per un triplice movimento di mercato contemporaneo che andrebbe a soddisfare le esigenze di tutti. Il Milan si ritroverebbe con Mattia Perin dalla Juventus (oggi secondo in bianconero, titolare in rossonero) e con un bel po' di soldi per la cessione di Donnarumma. Che verrebbe pagato dalla Juventus per vestire i panni da numero 1, con alle spalle Gigi Buffon perfetta chioccia per il diciannovenne, oltre che un evidente passaggio di consegne sul campo. Anche il PSG, in questo senso si ritroverebbe appagato lasciando andare Gigio e non rilanciare al rialzo, per la cessione di Szczesny verso la Francia.

Tutto dipende dal Milan

Si sa per certo che il Milan per questioni soprattutto legate al bilancio sta valutando attentamente le opzioni di cessione di Donnarumma, assistito da Mino Raiola. Con la regia del procuratore, i rossoneri potrebbero ottimizzare al massimo sul piano economico con l'agente che sfrutterebbe gli ottimi rapporti attuali con la Juventus. Senza dimenticare che Raiola è il procuratore anche di Areola che accetterebbe di restare al PSG con la promessa al club francese che arrivi Szczesny, estremo di assoluto valore.

Perché è uno scenario plausibile

Un girotondo di portieri che permetterebbe a tutti i club di trovare i propri titolari desiderati e ai giocatori di poter disputare le rispettive stagioni al meglio delle condizioni: Donnarumma difenderebbe i pali del miglior club in Italia, Perin ritornerebbe titolare al Milan provando così a rientrare nel giro azzurro della Nazionale e il Psg avrebbe Szczesny su cui fare affidamento.