Prima di Roma-Real Madrid il club giallorosso celebrerà ancora una volta il suo simbolo principale: Francesco Totti, che entrerà a far parte ufficialmente della Hall of Fame della Roma. L’ex numero 10 è il primo calciatore nominato direttamente dal club e non da un sondaggio social, e sarà il primo a ricevere una cerimonia all’Olimpico e pure il primo, e forse l’unico, a entrare nel Pantheon giallorosso prima dei termini previsti, perché si è ritirato ‘solo’ un anno e mezzo fa. Ma Totti è e sarà sempre uno dei ‘Re di Roma’, è l’uomo che ha riscritto la storia giallorossa e per farlo ha detto di no al Real Madrid.

Totti nella Hall of Fame della Roma

Sarà senz’altro molto emozionante il momento in cui la Roma e l’Olimpico omaggeranno il Capitano. Totti entrerà nella Hall of Fame della Roma, che stasera gli consegnerà una maglia unica, dedicata interamente a lui. Una maglietta unica, sartoriale, con tanti richiami a Totti, con il 2017 ricamato, l’anno in cui ha lasciato da calciatore il club. C’è da scommettere che più di qualcuno una lacrimuccia la caccerà. Perché l’amore per Totti è unico. E chissà che vedendolo i calciatori giallorossi di oggi non trovino motivazioni ulteriori e non sfoderino una grande prestazione contro il Real, che sarebbe potuta essere la squadra di Totti.

Il no di Totti al Real

Si era sempre parlato di una grande offerta del club spagnolo al numero 10 della Roma, che nella sua autobiografia ha parlato del ‘no’ ai ‘blancos’. Florentino Perez effettuò un’offerta molto importante a Totti, che però disse di no, la Roma non voleva tradirla. Il presidente che ha vinto più Champions, con Berlusconi, la prese bene, nonostante la delusione, e l’ultima volta che Totti si presentò al Bernabeu gli regalò una maglia, scrisse anche una dedica: “Per te Francesco, l’unico giocatore a dire di no al Real Madrid”.