Un'offerta totale. Così Sky ha annunciato l'accordo con Perform e quindi con DAZN, la nuova realtà che permetterà di trasmettere le partite del calcio italiano con un accordo che va oltre piattaforme e satelliti sfruttando i canali in streaming, online. Il proprietario della piattaforma inglese, Rupert Murdoch ha rotto gli indugi e ha già confermato che ci sarà la possibilità per tutti gli utenti di evitare diversi pagamenti a diversi operatori ma la possibilità di un unico mega abbonamento.

È imminente infatti l'accordo fra Perform e Sky grazie al quale gli abbonati della pay tv satellitare, che ha i diritti in esclusiva di 266 partite di Serie A, potranno accedere alle trasmissioni di DAZN, incluse le altre 114 gare del campionato. Lo si è appreso da fonti vicine a chi starebbe redigendo il dossier conclusivo, e l'accordo dovrebbe essere siglato e annunciato entro lunedì, quando andrà in scena la presentazione della stagione sportiva di Sky.

Perform ha già concluso un accordo di questo genere con le reti Mediaset, in base al quale gli abbonati di Premium Sport avranno un codice, incluso nel prezzo dell'abbonamento, per accedere a DAZN, l'applicazione che trasmette eventi sportivi on demand in streaming. Un accordo che adesso diverrebbe globale.

Il gruppo inglese sta cercando di portare a termine altre intese simili, per dare la visibilità più estesa possibile a DAZN. Sono in corso altre trattative. Infatti ci potrebbe essere l'intesa anche con Tim e Fastweb, fra gli altri. E non è escluso che più avanti siano avviati contatti anche con uno dei nuovi operatori sul mercato della telefonia italiana, Iliad, da poco entrato sul mercato italiano. DAZN dovrebbe iniziare a trasmettere a fine luglio e con una rete così capillare di accordi dovrebbe raggiungere tutti gli utenti.