Diego Costa dalla dottoressa che fa miracoli con la placenta di cavallo

Una finale di Champions League è un evento quasi unico per un club come l’Atletico Madrid, che sabato giocherà la finale del torneo continentale più importante dopo quarant’anni. A quella finale rischiano di non prendere parte lo ‘spartano’ Arda Turan e l’attaccante Diego Costa due dei migliori calciatori di Simeone, che sta facendo di tutto per farli recuperare. Diego Costa, capocannoniere dei ‘colchoneros’, sta forzando ma con il freno a mano tirato perché se dovesse ancora infortunarsi darebbe l’addio al Mondiale.

Per giocare la finale e per non rischiare il Mondiale oltre alle terapie abituali l’attaccante brasiliano naturalizzato spagnolo ne sta provando un’altra. Diego Costa lunedì è volato a Belgrado dove ha incontrato la dottoressa Marijana Kovacevic, che nel 2009 ha inventato un nuovo metodo. La dottoressa utilizza la placenta di cavallo per far guarire più rapidamente i calciatori che hanno degli infortuni muscolari. Il tempo per recuperare in questo caso è poco. Perché Costa si è fatto male sabato scorso e la finale è tra tre giorni, ma l’Atletico e Costa nonostante il metodo della Kovacevic sia sempre stato molto discusso hanno deciso di provarci. Per tre giorni l’attaccante resterà a Belgrado.

La dottoressa dei miracoli, come fu ribattezzata in Inghilterra, ha iniziato la sua collaborazione con le squadre inglese qualche anno fa. Il primo suo cliente fu l’ala israeliana del Liverpool Benayoun, fu seguito dal compagno Glen Johnson. L’allenatore dei Reds dell’epoca Rafa Benitez rispose così a chi contestava l’uso della placenta di cavallo della dottoressa: “Lei è una dottoressa con una laurea in farmacologia ed è davvero brava con gli infortuni muscolari.”. I risultati furono eccellenti tanto che dalla dottoressa Kovacevic volarono anche Lampard e Van Persie. Ora vedremo se le cure serbe aiuteranno Diego Costa.