Prestito con obbligo di riscatto legato al numero di presenze. E' questa la formula trovata da Liverpool e Roma per la cessione ai giallorossi del difensore, Dejan Lovren. Non è la prima volta che il nome del centrale croato viene accostato al club capitolino ma adesso i tempi della trattativa sembrano maturi per chiuderla con esito positivo. Le ultimissime notizie rilanciate da Sky Sport raccontano anche dei costi complessivi dell'operazione: 25 milioni di euro per un calciatore di 30 anni ma di esperienza internazionale e dal profilo tattico gradito al neo allenatore, Fonseca.

Del resto era stato lo stesso tecnico a tracciarne l'identikit nel corso di una recente conferenza stampa ragionando sulla necessità di avere in rosa un elemento [oltre a Mancini arrivato dall'Atalanta, Fazio e Juan Jesus] dotato di determinate caratteristiche. Rapido, esperto, capace di tenere la palla lontano dalla zona difensiva… è mancato solo che ne facesse esplicitamente il nome ma era chiaro il riferimento al centrale dei Reds che ha il contratto in scadenza nel 2021 e un valore di mercato ‘possibile' che – secondo Transfermarkt – è quantificabile in 20 milioni.

Incognita infortuni nell'ultima stagione al Liverpool

Lovren, classe ’89, è reduce dalla conquista della Champions e nella scorsa stagione ha giocato 18 partite [di cui 13 in Premier league] segnando un gol [sempre in campionato, al Newcastle]. Non è stato convocato per la finale di Supercoppa Europea da Klopp perché non al top della condizione. Ed è forse questo l'unica perplessità sul calciatore a giudicare dalla tabella degli infortuni che ha subito l'anno scorso: ha saltato le prime 7 gare per un infortunio pelvico, per 5 volte non è stato convocato tra novembre e dicembre, da gennaio fino a marzo 2019 è rimasto bloccato per un problema muscolare e anche quando è tornato disponibile è rimasto in panchina.