Dove giocherà il Napoli in Champions League? un dilemma per tutti i tifosi azzurri che non sanno ancora di preciso dove assistere alle sfide europee di Milik e compagni. Con lo spauracchio del presidente Aurelio De Laurentiis che avrebbe deciso di farle disputare lontano da casa, a bari al San Nicola. Una decisione che ha trovato ovvia resistenza da parte del primo cittadino di Napoli, Luigi De Magistris che da sempre è in conflitto con il club.

Di fronte alle parole del presidente della società partenopea il Sindaco è subito sbottato rifiutando l'ipotesi di vedere il Napoli giocare in Champions League a centinaia di chilometri di distanza dalla sua dimora abituale, il San paolo. Ma è proprio lo Stadio cittadino ad essere al centro del problema.

L'ostracismo di De Magistriis

Il sindaco partenopeo Luigi De Magistris a Radio Marte ha voluto ribadire la posizione del Comune differente in tutto da quella espressa da parte della società azzurra: “De Laurentiis ha detto che farà giocare il Napoli a Bari in Champions League? La sua proposta è impensabile e impraticabile: mi sembra grave anche il solo pensare una cosa del genere: il Napoli gioca e giocherà allo stadio San Paolo”.

Le perplessità del sindaco di Bari

Le parole di de Laurentiis appaiono comunque una nuova sfida, una provocazione alle autorità e alle regole in vigore. Sorpresi un po' tutti, non solamente il Sindaco partenopeo ma anche il primo cittadino della stessa Bari, Antonio Decaro che in un’intervista rilasciata ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli ha ribadito le proprie perplessità: "Il Napoli in Champions League al San Nicola? Non ne sapevo nulla, ma sono abituato all’imprevedibilità del presidente. Noi ne saremmo contenti, ma io credo che le squadre debbano giocare nelle proprie città di appartenenza. Inoltre non credo che lo stadio San Nicola abbia la licenza Uefa, visto che c’erano problemi con l’impianto elettrico”