Domani si celebreranno i funerali, ieri c'è stata l'autopsia con la diagnosi definitiva del decesso. Oggi è il giorno della camera ardente allestita per l'occasione a Coverciano. E' la settimana più lunga del calcio italiano che celebra Davide Astori, scomparso nella notte di sabato nell'albergo di Udine dove era in ritiro con la Fiorentina in vista del lunch match contro l'Udinese. Il feretro con il corpo di Davide Astori è partito questa mattina dall'obitorio dell'ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine per poi fare il suo ingresso nel primissimo pomeriggio a all'interno di Coverciano dove, alle 16.30, sara' aperta la camera ardente.

La camera ardente a Coverciano

Fra i primi ad arrivare al centro federale, intorno alle ore 13, ovviamente i parenti più stretti a partire dai genitori del capitano viola e uno dei suoi fratelli, Bruno. Quindi, vari componenti della Fiorentina fra cui il tecnico Stefano Pioli, il presidente esecutivo Mario Cognigni, il direttore generale dell'area tecnica, Pantaleo Corvino, il team manager Alberto Marangon, e i calciatori Sportiello, Saponara, Veretout, Falcinelii e Biraghi.  Gia' presente in rappresentanza della Federcalcio, che ha offerto di ospitare questa notte a Coverciano i genitori di Astori, il dg della Figc, Michele Uva.

L'arrivo di Della Valle e la folla

La commozione del patròn

Nelle prossime ore è atteso a Coverciano anche il patron gigliato Andrea Della Valle che dopo aver seguito la seduta mattutina al centro sportivo viola, ha anche fatto un giro davanti alla cancellata della tribuna autorità dello stadio ‘Franchi'. Il patron gigliato si è commosso ad osservare di persona gli omaggi che da domenica pomeriggio la gente continua a lasciare tra fiori, sciarpe e striscioni.

I tifosi vicino al loro capitano

Intanto sono circa un centinaio le persone che attendono all'esterno del centro federale per dare il loro ultimo saluto al capitano della Viola, Davide Astori, fra cui anche il padre di Federico Bernardeschi, Alberto. I funerali dell'ex difensore viola sono fissati per domani, all'interno della Basilica di Santa Croce a Firenze, a partire dalle ore 10.